Con il kit di Rocket Bunny più che una stradale sembra un’auto da rally

Il tuner giapponese Rocket Bunny è famoso per le sue creazioni stravaganti e fuori dagli schemi, in particolare se si parla di parafanghi tanto larghi da inghiottire anche i pneumatici più esagerati. A passare tra le mani del preparatore asiatico questa volta è stata una Toyota GR Yaris.

Il risultato è una revisione della berlina che ora assomiglia più ad una delle vetture pronte per partecipare ad una tappa del Campionato del mondo di rally WRC.

Le modifiche visibili

C'è un enorme presa d’aria all'anteriore che lascia addirittura intravedere l’intercooler. Nella parte bassa è presente uno spoiler particolarmente pronunciato con annesse ali aerodinamiche, poste agli angoli dello stesso.

Fotogallery: Toyota GR Yaris by Rocket Bunny

Nuovo anche il parafanghi, mentre al posteriore spicca la gigantesca ala, che per stare al suo posto, ha bisogno di supporti extra. Saltano subito all'occhio anche le nuove grandi prese d’aria sul paraurti che dovrebbero servire per il raffreddamento dei freni.

Il lavoro sotto il cofano

Il tre cilindri turbo da 1,6 litri di serie eroga 257 cavalli (192 kilowatt) in assetto europeo e 268 CV (200 kW) per la versione disponibile in Giappone. Entrambi i modelli montano un cambio manuale a sei rapporti con trazione integrale.

La configurazione di Rocket Bunny consente al veicolo di raggiungere i 100 chilometri all'ora da fermo in meno di 5,5 secondi. Toyota limita elettronicamente la velocità massima a 230 km/h.

Chi ritiene che tali modifiche siano troppo esagerate, può sempre contare sulla proposta un po’ più soft della GR Yaris del reparto Toyota Gazoo Racing. Il kit alternativo prevede una massiccia griglia frontale a maglie e due coppie di scarichi sdoppiati.