Viaggio nella fabbrica dove si producono sportive in massa

La nuova Toyota GR Yaris è stata un fulmine a ciel sereno nel mondo degli appassionati delle segmento B sportive. Dimensioni compatte, trazione integrale di razza, oltre 250 CV e cambio manuale. 

Chi non l'ha presa bene sono stati gli americani, che non vedranno questo modello sul loro mercato, ma nel nuovo video pubblicato da Toyota sul processo di costruzione della Yaris più cattiva di sempre, si vede anche la linea di montaggio che potrebbe far nascere nuovi modelli GR anche per il mercato a stelle e strisce

Dove nasce

La linea di montaggio dedicata a questa perla di sportività si trova nella factory di Motomachi in Giappone. Il costruttore l'ha ideata sulla base di uno schema a celle che permetto ai tecnici di intervenire a mano in molti aspetti, rispetto a quanto accade sulle auto standard. L'obbiettivo è quello di "produrre milioni di auto sportive senza differenza per quanto riguarda la qualità".

Dobbiamo ricordarci, infatti, che una GR Yaris non è il modello standard con qualche componente diversa. Per esempio, ci sono 11 metri in più di fazzoletti strutturali e 200 saldature extra per aumentare la rigidità torsionale.

Futuro promettente

La descrizione del video riporta: "Con questo nuovo metodo di produzione lo stabilimento Gazoo Racing è capace di gestire più tipi di piattaforme e sportive senza penalizzare la produttività".  Il tutto, quindi, fa pensare che la Yaris pompata non sia una "one-off" a livello di impegno produttivo, ma la scintilla per l'avvio di uno stabilimento pensato anche per altro.

Fotogallery: Toyota GR Yaris

Ci sono infatti più voci che suggeriscono l'arrivo di una versione GR della Corolla o addirittura della C-HR, che con il motore della Yaris potrebbero avventurarsi oltre la soglia dei 250 CV e 360 Nm di coppia. 

Fonte: Toyota UK via YouTube