Oltre ai fari "nascosti" offre tanto, dalle versioni ibride agli ausili alla guida evoluti. Arriva a fine 2020

La nuova Hyundai Tucson si presenta la mondo con uno stile a dir poco rivoluzionato perché già a partire dal frontale con le luci diurne "nascoste" nella mascherina annuncia un cambiamento radicale del design.

Questo elemento che spicca sugli altri e crea un notevole "effetto Wow" a sorpresa non è però fine a sé stesso, ma fa parte di un insieme di novità che rendono la nuova Hyundai Tucson più moderna. All'arrivo in concessionaria a fine 2020 la nuova Tucson sarà per la prima volta disponibile in due varianti ibride: mild hybrid e full hybrid. A inizio 2021 sarà il turno della Tucson plug-in hybrid.

Uno sguardo che non si dimentica

Partiamo proprio da quei gruppi ottici anteriori che Hyundai chiama Parametric Hidden Lights e che rappresentano il centro focale della rivoluzione stilistica di nuova Tucson che punta molto su linee nette, forme a cuneo e "spigoli" inediti ispirati ai gioielli.

Fotogallery: Nuova Hyundai Tucson

Quando le luci sono spente la griglia anteriore appare scura e caratterizzata da una nuova trama geometrica e lucida, ma non appena si avvia l'accensione le luci diurne a LED si illuminano a formare un'inconfondibile firma luminosa a cinque elementi.

Nuova Hyundai Tucson

Stile con molte sfaccettature

Le forme angolari e cuneiformi tipo diamante della nuova Hyundai Tucson le troviamo poi nella sagoma squadrata degli archi passaruota, nel trattamento "complesso" delle fiancate e nella presenza di un profilo cromato continuo che corre dagli specchietti retrovisori fino al montante posteriore.

Nuova Hyundai Tucson

La coda della nuova Tucson conferma a pieno la volontà di cambiare lo stile del SUV coreano giunto alla quarta generazione, grazie alla linea luminosa continua e ad un paraurti sempre ispirato al "Parametric Dynamics". Per la prima volta su una Hyundai il tergilunotto è nascosto sotto lo spoiler posteriore e anche il marchio ha la "H" con disegno tridimensionale, ma che non sporge dalla superficie.

Aumenta le misure e lo spazio a bordo

A livello di misure esterne e capacità di carico la nuova Hyundai Tucson risulta più grande e spaziosa, con una lunghezza di 4,50 metri che rappresenta una crescita di 2 cm e una larghezza di 1,86 metri che risulta superiore di 1,5 cm.

Nuova Hyundai Tucson

Anche il passo più lungo di 1 cm e la nuova piattaforma contribuiscono poi ad aumentare di 2,6 cm lo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori, anche sulle versioni ibride che hanno la batteria sotto i sedili dietro.

Il vano pagagli posteriore ha capacità di carico che a seconda delle motorizzazioni va da un minimo di 546/620 litri (diesel mild hybrid/benzina) a un massimo di 1.725/1.799 litri.

Interni "puliti"

A bordo della nuova Hyundai Tcson troviamo un ambiente caratterizzato da linee "pulite e ricercate" per citare la presentazione della Casa coreana, ovvero che unisce nella maniera più semplice tecnologia, spazio e comandi.

Nuova Hyundai Tucson

Dentro la Tucson si nota subito la plancia a sviluppo orizzontale che si integra con le portiere e si completa con il quadro comandi e lo schermo da 10,25" centrale che formano un elemento verticale di unione alla larga console.

Climatizzazione touch

Per la prima volta tutti i controlli della climatizzazione, oltre a quelli dell'infotainment, sono su schermo touch e sostituiscono i pulsanti fisici del passato. La ventilazione avviene per la prima volta in maniera diretta, dalle bocchette di aerazione, che indiretta.

Nuova Hyundai Tucson

Anche il quadro strumenti è posizionato in basso sulla plancia e rinuncia alla palpebra di copertura per essere ospitato su un pannello piatto. Il bracciolo centrale è studiato per poter azionare con facilità i pulsanti del cambio automatico "shift by wire".

Le luci ambiente possono essere configurate in 64 diversi colori e su 10 livelli di luminosità, mentre i rivestimenti interni sono tre: pelle o tessuto nero, pelle o tessuto bicolore bianco nero e Teal (tè blu).

Tutti i tipi di ibrido

La gamma di motorizzazioni di nuova Hyundai Tucson è davvero molto completa e parte da benzina e diesel, passa per le versioni mild hybrid 48 volt delle stesse, arriva alla full-hybrid e fino all'ibrida plug-in.

Di base il motore a benzina è il 1.6 T-GDI Smartstream, mentre quello a gasolio è il 1.6 CRDi ed entrambi possono essere abbinati o meno al sistema mild hybrid a 48 volt.

Full hybrid da 230 CV

La nuova Hyundai Tucson full hybrid sfrutta il 1.6 T-GDI abbinato ad un motore elettrico da 44,2 kW (60 CV) e ad una batteria litio-polimero da 1,49 kWh per sviluppare una potenza di 230 CV e una coppia di 350 Nm.

Monta un cambio automatico a 6 marce e può avere sia la trazione anteriore che le quattro ruote motrici.

I dettagli tecnici della Tucson ibrida plug-in, ricaricabile alla spina e sempre col 1.6 T-GDI, saranno invece svelati solo col lancio commerciale di inizio 2021.

  Motorizzazione Potenza Trazione Cambio
1.6 T-GDI Benzina 150 CV Anteriore / Integrale Manuale 6 marce

1.6 T-GDI 48 V

Benzina mild hybrid 150 CV Anteriore Manuale 6 marce iMT o Automatico DCT 7 marce
1.6 T-GDI 48 V Benzina mild hybrid 180 CV Anteriore / Integrale Manuale 6 marce iMT / Automatico DCT 7 marce
1.6 T-GDI Hybrid Benzina full hybrid 230 CV Anteriore / Integrale Automatico 6 marce
1.6 T-GDI PHEV Benzina plug-in hybrid - - -
1.6 CRDi Diesel 115 CV Anteriore Manuale 6 marce
1.6 CRDi 48 V Diesel mild hybrid 136 CV Anteriore / Integrale Automatico DCT 7 marce

Sospensioni e frizione elettroniche a richiesta

La trazione integrale della nuova Tucson sfrutta la tecnologia HTRAC, le sospensioni possono avere ammortizzatori standard o a controllo elettronico (ECS) che cambiano la loro risposta anche in base alla modalità di guida: Normal, Eco e Sport.

Le ruote hanno misure comprese fra i 17 e i 19 pollici e a richiesta è possibile avere anche il cambio manuale con la nuova tecnologia iMT a frizione elettronica.

Una valanga di ausili alla guida

Oltre alla frenata automatica d'emergenza la nuova Tucson propone il "Junction Turning", un sistema simile di frenata automatica che serve ad evitare gli scontri con auto in arrivo in direzione opposta quando si svolta a sinistra.

A questo si aggiunge il mantenimento automatico della corsia, l'allerta stanchezza guidatore, l'allerta auto che precede in partenza, l'assistenza alla guida in autostrada e il cruise control adattivo basato sul percorso e sui limiti di velocità presenti.

Nuova Hyundai Tucson
Nuova Hyundai Tucson
Nuova Hyundai Tucson

Del tutto nuovo è anche il Blind-spot Collision Avoidance Assist (BCA) che oltre ad allertare il guidatore sul pericolo di auto nell'angolo cieco provvede a frenare il lato opposto per evitare la collisione. Non manca neppure i l Blind view Monitor che visualizzo sullo schermo il punto cieco, l'allerta apertura portiera per traffico in arrivo, la telecamera a 360 gradi, il parcheggio remoto con la Smart Key (sulla versione ibrida) e per la prima volta il Rear Occupant Alert (ROA) che rileva la presenza di passeggeri sul sedile posteriore prima di chiudere l'auto.

Connettività evoluta

Sulla nuova Hyundai Tucson troviamo poi la connettività Bluelink di ultima generazione che include la possibilità di memorizzare due profili utilizzatore sul cloud e controllare da remoto lo stato della vettura.

Non mancano Apple CarPlay e Android Auto e l'impianto audio premium firmato Krell, oltre ai servizi Hyundai LIVE Services per conoscere in tempo reale la situazione di parcheggi, meteo e distributori.

Hyundai Tucson

Lunghezza 4,50 m
Larghezza 1,86 m
Altezza 1,65 m
Motore benzina, diesel, mild hybryd, full hybrid, plug-in hybrid
Trasmissione manuale, manuale con frizione elettronica, automatico, DCT
Trazione Anteriore, Integrale
Capacità di carico 546/1.799 litri
In vendita Fine 2020