L’elegante roadster realizzata insieme alla cristalleria francese Lalique è il nuovo sogno proibito Made in Italy

Quando il lusso incontra il design nascono sempre opere destinate a rimanere nella storia dell’auto. Questo è l’obiettivo della collaborazione tra Ares Design e l’esclusiva cristalleria francese Lalique che ha portato alla nascita della Wami Lalique Spyder.

Il modello si andrà ad aggiungere alla gamma di vetture da sogno del programma di Ares denominato “Legends Reborn” (che comprende anche la Panther ProgettoUno). Dopo aver recentemente presentato due futuristiche hypercar come l’S1 e la S Project, il centro stile con sede a Modena ritorna quindi al passato dell’auto.

Il richiamo alle icone del passato

La Wami Lalique Spyder è caratterizzata da una linea retrò che richiama le roadster a due posti degli anni Cinquanta. Il lungo cofano ricorda quello di icone come la Corvette C1 o la Jaguar E-Type. Le prese d’aria laterali sembrano invece prendere spunto da quelle della Ferrari 250 GT California Spyder.

Fotogallery: Ares Wami Lalique Spyder

Gli altri richiami al passato sono gli scarichi cromati e i paraurti anteriori e posteriori con rostri. Non mancano anche i cerchi a raggi che esprimono lusso e sportività di un’altra epoca.

Ares Wami Lalique Spyder Verde Top Down
Ares Wami Lalique Spyder Crema Top Up

La carrozzeria impiega tecnologie moderne con un mix di fibra di carbonio e di alluminio battuto a mano per la massima leggerezza.

Interni tra passato e presente

L’abitacolo è un trionfo di eleganza e utilizzo di materiali pregiati. La selleria è rifinita a mano, mentre la plancia e altri dettagli sono realizzati in pregiato rovere inglese. Il quadro strumenti con fondo bianco rappresenta un altro riferimento alle sportive degli anni cinquanta.

Ares Wami Lalique Spyder - Cruscotto interno verde

Gli interni strizzano l’occhio però anche alla modernità. Al centro della console c’è anche lo schermo touch del sistema d’infotainment.

Ares Wami Lalique Spyder - Sedili interni, colore: Verde
Ares Wami Lalique Spyder - Cruscotto interno color crema

L’intervento di Lalique si nota con la presenza di ornamenti in cristalli fatti a mano integrati nel cruscotto. Questi ultimi sono prodotti a mano dagli artigiani francesi nella fabbrica di Wingen-sur-Moder in Alsazia.

Un capolavoro in produzione limitatissima

Il CEO di Lalique Silvio Denz ha commentato così la collaborazione: “Il capolavoro che nascerà sarà l’accessorio di lusso per eccellenza. Questa partnership porta avanti il lavoro di René Lalique, le cui iconiche mascotte per automobile erano alcune delle sue creazioni più note degli anni venti”.

Ares Design Panther ProgettoUno

Così Dany Bahar, CEO e co-fondatore di ARES Design: “Al volante, i proprietari potranno rivivere le sensazioni di un viaggio sulla Costiera Amalfitana o in Costa Azzurra negli anni Cinquanta, a bordo di un capolavoro splendidamente decorato”.

I prezzi non sono stati ancora annunciati. Per avere la propria Wami Lalique occorre però affrettarsi. La produzione sarà limitata a 12 esemplari e le ordinazioni sono già aperte.