È passato più di un anno dal primo annuncio della Porsche 911 modificata da Marc Philipp Gemballa, figlio del preparatore Uwe Gemballa. Annuncio accompagnato da una prima immagine teaser che mostrava il posteriore della coupé tedesca (pesantemente) modificata per diventare una belva da offroad.

Nell'immagine erano chiari i richiami alla mitica Porsche 959, la supercar di Zuffenhausen protagonista (vincente) della Parigi-Dakar del 1986, con la grossa ala posteriore e al di sotto la tipica linea luminosa rossa che caratterizza la nuova Porsche 911.

Bene, oggi per la prima volta possiamo vedere in azione, senza alcun tipo di camuffamento, la folle preparazione di Gemballa figlio alle prese con le dune del deserto. E si, è tutto vero.

Arriva a fine mese

Siamo davvero appena tornati dal deserto dopo cinque giorni di intensi test e di riprese del nostro filmato di lancio ufficiale, che rilasceremo più tardi questo mese

Queste le parole di Marc Philipp Gemballa a commentare il video che trovate qui sotto.

Video che colpisce fin da subito per il sound che accompagna la sportiva (o quello che ne rimane) tedesca. A quanto ne sappiamo la voce appartiene al classico 6 cilindri boxer turbo della 911 normale, elaborato però - probabilmente in maniera pesante - dalla Ruf. Azienda che quanto a elaborazioni di Porsche ha esperienza da vendere.

A rendere ancora più caratteristico il sound della Porsche 911 firmata Gemballa ci pensa uno scarico firmato Akrapovic, tra le numerose aziende coinvolte nel dare forma e sostanza a questa coupé da fuoristrada. Del gruppo fanno parte anche BF Goodrich e Michelin per sviluppare pneumatici specifici, VELA Performance ha invece supervisionato lo sviluppo, DS Fasertechnik ha fornito le parti in fibra di carbonio mentre l'assetto è firmato KW.

Offroad da ricchi

Prodotta in appena 40 esemplari la speciale Porsche 911 da fuoristrada è già stata mostrata ai potenziali clienti, bravissimi nel non far trapelare nemmeno mezzo scatto dell'auto o qualche specifica sulle prestazioni.

Essendo nata per affrontare terreni dove l'asfalto è un miraggio non bisogna aspettarsi prestazioni da sportiva pistaiola, ma di certo nel panorama delle auto che non temono terreni sterrati sarà tra le più potenti e veloci.

Non resta quindi che aspettare fine mese e la pubblicazione del primo video ufficiale.