Verrà prodotta in soli 9 esemplari, da 3,2 milioni di euro l'una. Ve la raccontiamo in video live dal Milano Monza 2021

Dopo le versioni Pur Sport e Super Sport 300+, le declinazioni della velocissima Bugatti Chiron non finiscono: il brand francese ha dato vita alla Super Sport, la variante più “pura” dell’inarrestabile hypercar che riprende molti punti importanti dalla 300+ (la variante speciale da record di velocità, con 490 km/h di punta).

Noi l'abbiamo vista dal vivo al Milano Monza Open-Air Motor Show 2021, e ve la raccontiamo nel video live che trovate qui sopra.

Più potente, più leggera, più estrema

La sigla "Super Sport" identifica dal 1931 le Bugatti più estreme. È stata vista per la prima volta nella Type 55, e la sigla è tornata sull'iconica EB 110, poi sulla Veyron e infine sulla Chiron 300+.

Per la Super Sport, Bugatti ha spremuto al massimo l’8.0 W16 aggiungendo 100 CV rispetto alla Chiron di partenza e salendo così a 1.600 CV e 1.600 Nm di coppia. Un risultato notevole se si considera che l’intera carrozzeria è stata alleggerita di 23 kg.

Bugatti al MIMO 2021

Gli ingegneri francesi hanno modificato i turbocompressori, la pompa dell’olio e le sedi delle valvole dei cilindri, oltre alla trasmissione e alla frizione. E in più, ora il motore riesce a spingersi fino a 7.100 giri al minuto, ovvero 300 rpm in più rispetto a quello montato sulla Chiron “base”.

Soprattutto grazie all’aggiornamento della trasmissione automatica a doppia frizione a 7 rapporti, la Chiron può inserire la marcia di “riposo” a 403 km/h. Per il resto, le prestazioni sono ancora più incredibili con uno 0-200 km/h coperto in 5,8 secondi e lo 0-300 km/h in 12,1 secondi.

La produzione dei nove esemplari della Super Sport avverrà nell’impianto di Molsheim. Le consegne inizieranno nel primo trimestre del 2022, e l’assegno da staccare è piuttosto corposo: Bugatti parla di 3,2 milioni di euro.

Fotogallery: Bugatti al MIMO 2021