Mild hybrid, full hybrid e ora anche ibrida plug-in. La gamma della Hyundai Tucson continua ad arricchirsi e comprende anche la versione con powertrain da 265 CV e batteria da 13,8 kWh. Così il SUV riesce a combinare prestazioni briose e percorrenze fino a 62 km ad emissioni zero.

Stile confermato

La Tucson ibrida plug-in conserva lo stile originale delle altre varianti elettrificate e di quella a diesel. Il design si caratterizza sempre per le Parametric Hidden Lights, le luci LED integrate nel disegno della calandra.

Hyundai Tucson ibrida plug-in, la prova su strada

Le linee muscolose della fiancata e del posteriore comunicano solidità, mentre l’abitacolo ha le stesse novità tecnologiche delle altre Tucson. I veri centri di comando sono il quadro strumenti da 10,25” e il display centrale del sistema d’infotainment da 10,25”.

Il bagagliaio ha una capacità minima di 558 litri e può arrivare fino a 1737 litri. Si tratta di un leggero ridimensionamento rispetto alla full hybrid, la quale può contare su una volumetria variabile tra 616 e 1795 litri.

Potente e con quattro ruote motrici

Il sistema ibrido plug-in si compone di un propulsore a benzina di terza generazione T-GDi Smartstream da 1,6 litri e di un motore elettrico da 66,9 kW. Complessivamente, le due unità erogano 265 CV e 350 Nm di coppia anche grazie alla tecnologia Hyundai CVVD (Continuously Variable Valve Duration) che ottimizza prestazioni ed efficienza.

A tal proposito, la Tucson ibrida plug-in è dotata anche dell’Active Air Flap che regola l’ingresso dell’aria a seconda di una serie di fattori.

Hyundai Tucson ibrida plug-in, la prova su strada

Il powertrain è abbinato ad un cambio automatico a 6 rapporti e alla trazione integrale. Quest’ultima integra la tecnologia 4WD HTRAC e il selettore Terrain Mode che consente di scegliere la modalità di guida più adatta a seconda del terreno che si sta percorrendo.

La batteria agli ioni di litio (garantita 8 anni o 160 mila km) si può ricaricare utilizzando il caricatore di bordo da 7,2 kW e collegandosi a colonnine o wallbox domestiche. L’app per smartphone chiamata Bluelink permette di programmare la ricarica da remoto selezionando la fascia oraria più economica.

Allestimenti e prezzi

La versione ibrida plug-in della Tucson è disponibile nei tre allestimenti XLine, Excellence e N Line. Già nella prima versione si trovano di serie fari full LED, cerchi in lega da 19”, climatizzatore automatico a 3 zone, quadro strumenti da 10,25”, sistema di navigazione da 10,25” con Apple CarPlay e Android Auto, retrocamera, servizi telematici Bluelink e i sistemi di guida assistita Hyundai Smart Sense.

In quest’ultimo pacchetto, la Hyundai include il sistema di assistenza anti-collisione frontale con riconoscimento di pedoni e bici, il mantenimento di corsia, i fari anabbaglianti automatici e il riconoscimento dei segnali stradali.

Hyundai Tucson ibrida plug-in, la prova su strada

Nella Excellence (l’allestimento provato su strada da noi) si aggiunge il Krell Premium Sound System, il portellone posteriore elettrico, sedili anteriore e volante riscaldabili e sistemi di sicurezza aggiuntivi come il Blind Spot Collision Avoidance, il Rear Occupant Alert, il sistema anticollisione di svolta agli incroci e il cruise control adattativo.

L’equipaggiamento si può integrare attraverso lo Smart Parking Assist (il sistema di parcheggio automatico) e L’Highway Driving Assist che mantiene l’auto al centro della corsia procedendo a velocità costante.

Il più completo allestimento N Line dona un look più sportivo con elementi rossi e rivestimenti dell’abitacolo esclusivi. Inoltre, sono presenti i cerchi in lega N Line da 19” e i sedili sportivi con badge N.

Hyundai Tucson ibrida plug-in, la prova su strada

La Hyundai Tucson Plug-in Hybrid è offerta nell’allestimento XLine a 36.500 euro includendo gli ecoincentivi. La proposta tiene conto di uno sconto di 8.000 euro in caso di permuta o rottamazione di un veicolo usato immatricolato da almeno 10 anni.

Il SUV si può acquistare anche attraverso il finanziamento Hyundai i-Plus versando un anticipo di 7.190 euro e quote da 299 euro al mese per 36 mesi comprensive di polizza furto e incendio (TAN 2,95% e TAEG 3,72%). Al termine dei 36 mesi, si può decidere se tenere l’auto, sostituirla con una nuova Hyundai o restituirla.

Fotogallery: Hyundai Tucson ibrida plug-in, la prova su strada