La Lexus NX è da poco entrata nel listino della Casa giapponese, col suo carico di novità estetiche, tecnologiche e meccaniche, e per l'occasione debutta in uno spot al fianco degli Eterni, gruppo di supereroi protagonisti del prossimo film dell'Universo Cinematografico Marvel, la cui anteprima italiana verrà proiettata al Festival del Cinema di Roma (14 - 24 ottobre). E che vedrà Lexus come main sponsor.

Un'occasione per mostrarsi in un'inedita veste di "action car" in mezzo a devastanti esplosioni, in compagnia di Kingo (uno dei protagonisti del film), in scene che all'azione mischiano anche una sana dose di umorismo, immancabile in ogni film della Casa delle idee.

E un ottimo modo per Lexus per continuare una campanga di comunicazione che punta a "scrollarsi di dosso" l'ingiustificato cliché di "auto ibrida uguale guida noiosa".

Ibrido anti alieni

Protagonista dello spot è la Lexus NX 450h+ F Sport, la versione più potente del SUV giapponese mosso da un inedito sistema ibrido plug-in da 309 CV: mai una NX era stata così potente. Una sportività che nello spot dedicato agli Eterni le permette di schivare rottami di auto che saltano per aria o pezzi di palazzi che piombano per terra, mentre nella realtà i suoi "superpoteri" le permettono di toccare i 135 km/h utilizzando solo ed esclusivamente il motore elettrico, grazie a un pacco batterie da 18,1 kWh e un'autonomia dichiarata che, su ciclo urbano, può sfiorare i 100 km.

Lo spot del film "Eternals" con protagonista la Lexus NX

Quella della nuova Lexus NX non è la prima apparizione di una Lexus in un film dei Marvel Studios: già con "Black Panther" la Casa giapponese era comparsa al fianco del protagonista con una LC 500, la coupé dall'aspetto futuristico che ben si prestava all'ipertecnologica Wakanda, patria dell'eroe interpretato dal compianto Chadwick Boseman.

Ora, con l'arrivo della nuova pellicola, Lexus prende sempre più il posto di Audi, diventata nel tempo compagna prima di Tony Stark/Iron Man a partire da "Iron Man", primo film dell'Universo Cinematografico Marvel dove il genio/miliardario/playboy/filantropo compariva a bordo di una R8, per poi comparire in altre pellicole con modelli di produzione.

Lexus NX 450h+ plug-in
Lexus NX 450h+ plug-in

Ci sono ad esempio il battaglione di Audi SQ7 in "Captain America: Civil War" o la nuova A8 in "Spider-Man: Homecoming" - o concept come la e-tron GT comparsa in "Avengers: Endgame" ben prima della sua presentazione ufficiale.

Storie di successo

Quello tra auto e cinema è un rapporto di lunghissima data e al di là di film dedicati al mondo dei motori, tra la chiassosissima saga di "Fast&Furious" a titoli ambientati nel motorsport come il recente "Le Mans '66 - La grande sfida", i brand ambiscono a comparire davanti alle telecamere.

La "madre" di tutte le comparsate diventate poi fenomeno di massa è quella che vede da sempre (salvo rare eccezioni) Aston Martin al fianco di James Bond, con la accessoriatissima DB5 su tutte, pronta al ritorno in "No time to die". Ben più recente è il rapporto tra Mercedes e la saga di "Jurassic Park", con la pellicola del 2015 a fare da palcoscenico per il debutto mondiale della GLE Coupé, comparsa assieme a varie incarnazioni della Classe G (normale, 63 AMG e 6x6) e un Unimog.

Le prime cinque auto di continuazione Aston Martin DB5
Aston Martin DB5

Ma perché le Case auto guardano sempre più a Hollywood? Visibilità e comunicazione fuori dagli schemi, che non si risolva in classici spot da mandare in onda su TV o web. Una risposta semplice che, secondo una ricerca del sito inglese Money.com, negli anni ha portato notevoli benefici. Un calcolo fatto sulla base di una semplice domanda: "Quando avrebbero dovuto spendere i vari brand per avere la stessa visibilità ottenuta grazie a un film?".

La Toyota Supra di
La Toyota Supra di "The Fast and the Furious"

Tornando alla Marvel, Audi - considerando la visibilità di "Civil War" ed "Endgame" - avrebbe dovuto mettere a disposizione della divisione marketing quasi 15 milioni di dollari, mentre Mercedes per arrivare là dove è arrivata grazie ai film sui dinosauri avrebbe dovuto spendere 11,6 milioni di dollari. Grazie a Tyler Rake ("Extraction") Toyota ha invece risparmiato 12 milioni di dollari in attività di marketing e comunicazione.