L'annunciato ritorno della Lancia Delta nel 2026, anche se elettrica, ha risvegliato i ricordi e gli entusiasmi di chi ha visto le Lancia trionfare per anni nei Rally e nelle prove più difficili in giro per il mondo.

Questo glorioso passato fatto di vittorie su asfalto e sterrati, partito con la Lancia D50 e proseguito con Fulvia Coupé, Stratos, 037 e Delta, torna protagonista nel terzo e ultimo capitolo del docufilm "Eleganza in movimento" che Lancia dedica alle competizioni, al cinema, all'arte e alla comunicazione, intitolato non a caso "Polvere e Stelle".

115 anni di Lancia tra rally, cinema e arte

Ancora una volta ad accompagnarci in questo affascinante viaggio nel tempo è un ospite d'eccezione, il ceo di Lancia Luca Napolitano, in questa occasione affiancato da Sergio Limone, responsabile della progettazione e della sperimentazione della Squadra Corse HF Lancia, e da Marco Testa, presidente e ceo Armando Testa.

Napolitano introduce così il capitolo conclusivo della serie di tre docufilm, dopo quello dedicato ai modelli più iconici e quello su logo e nomi delle Lancia:

"Questa terza e ultima puntata del docufilm sui 115 anni di storia del marchio parte dal mondo dei rally, da cui tutto è iniziato e passa in rassegna i grandi successi ottenuti che hanno fatto di Lancia il marchio che ha vinto di più nelle competizioni rally, con la Lancia Delta che è stata la vettura più premiata in assoluto in questo ambito.

Ma c’è anche un altro pezzo della nostra storia che racconta il grande amore per Lancia di milioni di fan e appassionati in tutto il mondo. E questo è il cinema, l’arte e la comunicazione in generale. Le vetture sono diventate anche in questi ambiti simboli della cultura italiana, del bello e del ben fatto. Una leggenda ancora così attuale e che vogliamo celebrare tutti insieme il prossimo 27 Novembre per augurare buon compleanno a Lancia, l’eleganza italiana che dura nel tempo e incanta».

Lancia nei rally, al cinema e nella pubblicità
Marco Testa, Luca Napolitano, Sergio Limone

Lancia regina di Rally

L'albo d'oro di Lancia nei rally è il più ricco che c'è. Nessuno è infatti riuscito a eguagliare i 15 campionati del mondo rally vinti da Lancia, a cui vanno aggiunti tre campionati del mondo endurance costruttori, una 1000 Miglia, due Targa Florio e una Carrera Panamericana.

Lancia nei rally, al cinema e nella pubblicità
Lancia Stratos
Lancia nei rally, al cinema e nella pubblicità
Luca Napolitano

In particolare tra gli Anni '70 e '80 autentiche leggende come Stratos, 037 e Delta hanno dominato per oltre vent'anni nei rally. Come ci ricorda Sergio Limone:

"Senza le Lancia, il Rally sicuramente non sarebbe mai stato lo sport di milioni di appassionati e non avrebbe conquistato cosi tante prime pagine di giornali. Lancia non ha dominato il mondo delle competizioni solo tecnicamente, ma lo ha fatto anche dal punto di vista sportivo.

Auto innovative, ma anche soluzioni innovative in termini di gestione della gara: la Squadra Corse Lancia fu la prima ad adottare il cambio gomme in prova speciale, per ottimizzare l’uso degli pneumatici in funzione del tipo di fondo stradale. Un altro primato. Questa fu la Lancia così tanto amata in tutto il mondo."

Il culmine di questa strepitosa carriera di Lancia è la Delta HF 4WD a trazione integrale del 1987 che con le successive Delta HF integrale e integrale 16V domina la scena dei Rally. Il bilancio è di 10 titoli mondiali (6 Costruttori e 4 Piloti), 46 vittorie assolute su 66 partecipazioni a gare mondiali, più altre innumerevoli affermazioni in gare nazionali. Con questo bottino la Lancia Delta è la vettura che ha vinto di più nella storia dei rally.

Lancia al cinema e nello star system

L'eleganza, il fascino e la tecnologia dei modelli Lancia, simbolo del migliore Made in Italy, hanno da sempre attirato le attenzioni di clienti famosi, dai divi del cinema alle modelle, fino alle star internazionali, gli scrittori e gli artisti. Anche le apparizioni nei film e negli spot pubblicitari sono da sempre caratterizzate da uno stile elegante e raffinato.

Marco Testa spiega così il posizionamento del marchio italiano conosciuto in tutto il mondo:

"Lancia ha accompagnato l’Italia attraverso le sue diverse epoche storiche, contribuendo con la sua immagine a creare uno stile di vita e a segnare il costume dell’Italia stessa. Dalla strada al cinema, dalla moda all’arte, fino alla responsabilità sociale, con un linguaggio unico e distintivo, fatto sempre di personalità e di eleganza. Le celebrità di ieri, gli “endorser” di oggi, sono diventati i testimonial naturali di Lancia, interpretando sempre loro stessi e mai un ruolo".


Le Lancia compaiono nei film già negli Anni '30 del secolo scorso e sono protagoniste della "Dolce Vita" romana con i modelli Aurelia, Appia, Flaminia e Flavia scelte, tra gli altri, da Claudia Cardinale, Anita Ekberg, Jean Paul Belmondo, Marcello Mastroianni, Brigitte Bardot e Ernest Hemingway, senza dimenticare Vittorio Gassman nel film "Il sorpasso".

Lancia nei rally, al cinema e nella pubblicità
Brigitte Bardot
Lancia nei rally, al cinema e nella pubblicità
Jean-Paul Belmondo e Pascale Petit

Ai cinefili appassionati di auto non saranno di certo sfuggite le apparizioni della Lancia Fulvia Coupè in "Profondo Rosso", la Lancia Delta guidata da Alain Delon in "Pour la peau d’un flic", le Thema e Delta nel film "To Rome with Love" e la partecipazione sempre della Delta nel thriller "Angeli & Demoni".

Creatività ed eleganza sono le parole d'ordine anche della comunicazione Lancia, come lo spot/cortometraggio del regista Gabriele Muccino con musiche di Ennio Morricone. Ad arricchire questa tradizione ci sono poi, negli anni, testimonial come Catherine Deneuve, Stefano Gabbana, Vincent Cassel, Richard Gere e Carla Bruni.

Il docufilm si chiude con un appuntamento importante: quello del 27 novembre 2021 per il compleanno del marchio Lancia che spegne 115 candeline.

Fotogallery: Foto - Lancia nei rally, al cinema e nella pubblicità