Nell’esame pratico della patente uno dei momenti più temuti dagli aspiranti automobilisti è sicuramente quello della manovra di parcheggio. In effetti posteggiare l’auto non è sempre un’operazione semplice, anzi, in alcuni casi richiede una certa attenzione.

Ecco, forse è il caso di dimenticare queste parole di fronte alle straordinarie capacità dei “maestri del parcheggio” entrati nel Guinness dei Primati che compaiono nel video di seguito.

Spazi ristretti? Nessun problema

Partiamo dai camion, veicoli molto pesanti e quindi più difficilmente manovrabili in spazi stretti. Il pilota acrobatico cinese Zhang Hua è riuscito a segnare il record di parcheggio parallelo per questa categoria riuscendo a poujsizionare un autocarro con soli 90 cm di margine rispetto alle dimensioni del mezzo. 

topic-auto-da-record

Vedi tutte le notizie su Auto da record

E se parcheggiare così sembra quasi impossibile pensate farlo arrivando perpendicolarmente a tutta velocità in retromarcia. Il britannico Alistair Moffat si è fatto bastare uno spazio più lungo di soli 34 cm rispetto alla sua vecchia Mini per conquistare il primato di posteggio parallelo più stretto effettuato guidando in retromarcia.

La piccola auto inglese è protagonista anche del record di parcheggio parallelo triplo, un’impresa portata a termine con soli 60 cm di spazio in più rispetto alla lunghezza complessiva delle tre Mini. A questo proposito in Cina hanno estremizzato ulteriormente il concetto, riuscendo a parcheggiare contemporaneamente tre macchine con 59 cm di margine a disposizione.

Ancora una volta protagonista, Alistair Moffat si è fatto bastare 99 cm in più rispetto alla Abarth 124 Spider per prendersi il record di parcheggio parallelo in derapata, così come è stato in grado di conquistare il primato alla guida di una Fiat 500C avendo a disposizione solamente 7.5 centimetri di lunghezza in più rispetto all’auto stessa.

Il parcheggio del futuro

Per chi non fosse altrettanto sicuro della proprie capacità in manovra, sappiate che allo scorso Salone di Monaco, l'azienda Bosch ha presentato l'ultima versione della tecnologia di parcheggio automatico che in futuro potrebbe permettere all'auto di posteggiare da sola senza che il conducente sia fisicamente a bordo.

Uno strumento che sicuramente sarà molto utile per gli automobilisti, ma finché tutto sarà in capo all'essere umano sarà bello stupirsi di fronte alle abilità di "parcheggiatori da record" come quelli del video.