Essere imbottigliati nel traffico e potersi distrarre, magari giocando con le applicazioni del sistema di infotainment, guardarsi un film o anche solo distogliere lo sguardo dalla strada. Comportamento da evitare assolutamente, sempre, ma che dal 2022 non sarà più censurabile se ci si troverà a bordo di una Mercedes Classe S o della sua equivalente elettrica, la Mercedes EQS.

Mercedes ha infatti ottenuto dalla KBA (Kraftfahrt-Bundesamt, l'autorita federale tedesca dei trasporti) il permesso di utilizzare i sistemi di guida assistita di Livello 3 su alcuni tratti autostradali tedeschi. Si tratta di una prima volta assoluta: mai prima d'ora infatti una Casa automobilistica aveva ottenuto il via libera all'utilizzo di sistemi superiori al Livello 2.

Come funziona

Un debutto per i sistemi di assistenza alla guida di Livello 3, in grado di prendere il controllo dell'auto in alcuni frangenti e fino a una velocità massima di 60 km/h. Non bisogna quindi immaginarsi lunghi viaggi a velocità sostenute, ma un aiuto in casi di forte traffico in tangenziale o autostrade. Un aiuto: è questa la parola fondamentale per descrivere il sistema Drive Pilot di Mercedes, da attivare premendo un pulsante posto sul volante.

Parlare di guida autonoma sarebbe infatti errato, il termine si può applicare infatti unicamente ai Livelli 4 e 5, quando l'auto è in grado di guidarsi in qualsiasi situazione, col guidatore che nel Livello 5 non ha la possibilità di prendere il controllo, mancando volante e pedali.

Il Drive Pilot è quindi più simile ai sistemi già presenti sulle auto in commercio, semplicemente è capace di gestire situazioni mediamente complesse senza richiedere l'intervento umano. Avete presente le icone che vi chiedono di rimettere le mani sul volante dopo qualche secondo? Ecco, sulle Mercedes Classe S ed EQS non avverrà, a patto di trovarsi in autostrada a una velocità non superiore ai 60 km/h.

Il sistema - grazie a Lidar, mappe ultra dettagliate, telecamere, radar e sensori a ultrasuoni - controlla velocità e distanza, mantenendo l'auto all'interno della propria corsia, tenendo sotto controllo tutto ciò che si verifica lungo il percorso e ongi tipo di segnaletica stradle, con la capacità di reagire tempestivamente a eventi imprevisti come sorpassi azzardati da parte di altre auto.

Altri arriveranno

Mercedes apre quindi la strada all'approvazione dei sistemi di assistenza alla guida di Livello 3, già presenti nella lista delle tecnologie di altri costruttori (già nel 2017 l'Audi A8 lo aveva disponibile, ma non lo si poteva attivare, mentre Tesla da sempre spinge su questo tipo di tecnologie) e con l'ok da parte del KBA non ci dovrebbe volere molto prima dell'arrivo di altri "via libera".