La Mercedes-Benz Concept Fascination appare per la prima volta al Salone di Parigi del 2008. Una coupé un po' wagon che stupisce il pubblico per le sue linee anticipatrici dei tempi, dal design spigoloso, con coda lunga, tanto spazio a bordo e dotazioni tecnologiche totalmente nuove per il periodo.

Il design del frontale rivela in anteprima le forme della Classe E W212, svelata al pubblico l’anno successivo, ma con linee più sottili e fari più affusolati. Al posteriore, invece, ridisegna completamente il concetto di station wagon per la stella, anticipando un’auto che nessuno si sarebbe mai aspettato; la CLS Shooting Brake del 2012, nome in codice X218.

La genesi

Facciamo però un passo indietro a due anni prima. Siamo nel 2006, la Mercedes-Benz Classe E W211 vende ancora molto bene, grazie soprattutto alla tanta tecnologia con cui può essere equipaggiata e al design svecchiato dal restyling “EVO”. Nonostante ciò, però, a Stoccarda sono quasi pronti per aggiornare quelle linee tondeggianti tipiche della Stella, nate negli anni ’90, verso qualcosa di più moderno e attuale.

A metà del 2007 vengono mostrati al pubblico i primi bozzetti della nuova generazione di Classe E, la W212, con linee totalmente diverse rispetto al passato, più spigolose e filanti. Contestualmente a questo nuovo family feeling intrapreso (che negli anni successivi avrebbe poi influenzato anche molte altre auto della Casa) anche la allora coupé CLK sente il bisogno di una rinfrescata generale.

A Sindelfingen quindi si inizia a studiare la nuova generazione, dal nome Classe E coupè, in codice C207. Ed è proprio questa l’auto che la Fascination Concept anticipa, soprattutto nel frontale, più aerodinamico della berlina (che avrebbe valso all’auto di serie un record mondiale), e negli interni.

Mercedes-Benz Concept Fascination

Al posteriore però l'idea non torna. A partire da metà auto, infatti, questa particolare concept assomiglia a qualcosa di ben diverso da una filante coupé a tre porte; sembra apparentemente una station wagon molto aerodinamica, senza portiere.

Anche all’interno i suoi materiali risultano molto più lussuosi di una tradizionale auto familiare. Nel bagagliaio la moquette lascia spazio a del legno di derivazione nautica, abbinato a listelli in alluminio (una soluzione ripresa dalla CLS).

Anche il tradizionale tetto in lamiera viene sostituito con un unico pannello interamente in vetro e, infine, nel sottobagagliaio viene ricavato dello spazio per ospitare attrezzatura fotografica e un frigorifero; in poche parole, senza dichiararlo, espone alcune soluzioni della Shooting Brake, all'epoca ancora ignota al pubblico.

Mercedes-Benz Concept Fascination
Mercedes-Benz Concept Fascination
Mercedes-Benz Concept Fascination

Motore in anticipo

Ma la Mercedes-Benz Concept Fascination non anticipa i tempi solo nelle linee ma anche nella meccanica. Nel suo cofano, infatti, trova spazio un rivoluzionario e nuovo propulsore diesel a 4 cilindri da 2.2 litri, codice OM651, in grado di sviluppare fino a 204 CV già con omologazione Euro 5.

Si tratta di una vera innovazione per i tempi che ha sulle spalle una grande responsabilità; sostituire il pluricollaudato OM646, che negli anni precedenti aveva ben confermato la storica “affidabilità” della auto della Stella.

La Concept Fascination non è mai arrivata su strada così come la possiamo vedere, ma sicuramente è stata un tassello molto importante per la storia moderna del Brand di Stoccarda, considerando anche che il suo motore a gasolio è rimasto in produzione su alcuni modelli fino al 2019.

Fotogallery: Foto - Mercedes-Benz Concept Fascination