Il futuro di Jaguar inizierà a prendere forma dalla prossima primavera, ma per vedere il primo modello del “nuovo corso” dovremmo aspettare il 2025. È questo, in sintesi, il programma del marchio inglese sotto la guida di Adrian Mardell, ceo ad interim dallo scorso novembre.

La rinascita della Casa britannica sarà solo elettrica ed è già iniziata sotto la sigla interna “Project Panthera”.

Ci siamo quasi

Lo stesso Mardell ha anticipato i prossimi passi del brand in un’intervista ad AutoExpress. Stando al dirigente, Jaguar si sta reinventando puntando sull’elettrificazione e sulla guida autonoma:

“Stiamo già testando alcuni modelli che saranno cruciali per noi in alcuni mercati. La nuova gamma è ancora in via di definizione e serviranno ancora tre o sei mesi per completare i lavori. Intanto, in primavera daremo un’anteprima del nostro futuro che si concretizzerà in un nuovo modello previsto nel 2025. A seguire, debutterà tutto il resto della nuova gamma”.

Jaguar stringerà ulteriormente le relazioni con Magna per l’ingegnerizzazione (che attualmente assembla la I-Pace) e si farà aiutare da NVIDIA e Wolfspeed per la componentistica elettronica.

Tre nuovi SUV all’orizzonte

Sta di fatto che tra i primi nuovi modelli di Jaguar potrebbero esserci tre SUV. Il primo di questi sarebbe un SUV a due o quattro porte con prezzo di partenza intorno ai 100.000 euro e versioni con motore elettrico posteriore o trazione integrale.

Jaguar I-Pace 2024

Jaguar I-Pace 2024

Il modello intermedio sarebbe un SUV esclusivamente con doppia unità elettrica e un listino base di 145.000 euro, mentre il top di gamma sarebbe una variante sportiva SVR da 230.000 euro con specifiche esclusive per Cina e Stati Uniti. Tutte e tre le Jaguar si baseranno su una nuova piattaforma con architettura da 800 Volt, connettività al cloud e funzioni di guida semi-autonoma.

Fotogallery: Jaguar I-Pace 2023