La Francia, insieme alla Germania e naturalmente all'Italia, ha scritto una buona pagina nella storia delle auto sportive abbordabili. Gli Anni '80 e '90, più il primo decennio di questo nuovo secolo, sono e saranno ricordati come gli anni in cui le "piccole bombe", utilitarie in versione sportiva, sono nate e hanno proliferato prima che la lotta alle emissioni le scoraggiasse.

Per Peugeot, questa epopea inizia e finisce con la serie "200" e con due modelli emblematici come la 205 GTi e la 208 GTi, la prima tra le più amate di sempre, la seconda diventata l'apice della capacità di Peugeot di creare oggetti raffinati ed emozionanti su basi popolari. In comune, la prima e l'ultima hanno lo spirito e la cilindrata, ma tra di loro molte altre auto memorabili sono passate, con motori molto differenti.

La Peugeot 1.6 205 GTI

La voglia di Peugeot di conquistare una clientela giovane e dinamica negli Anni '80 si è già concretizzata nella stessa 205, fresca e accattivante nelle linee, che riesce a essere pratica, elegante e vivace a seconda degli allestimenti. La Casa decide però di raccogliere il guanto di sfida lanciato dai connazionali di Renault con la R5 Alpine e nel 1984 introduce nella gamma 205 il primo modello espressamente sportivo.

Il debutto è inizialmente soft, almeno rispetto alle rivali. Quella GTi, che debutta insieme alla versione a tre porte (la 205 ha esordito con quella a cinque) monta un 1.6 della famiglia XU con iniezione elettronica Bosch L-Jetronic e una potenza inziale di 105 CV. Questo motore, siglato XUB J e poi JA, condiviso con le cugine Citroen Visa e BX GTi e riceve un potenziamento nel tardo 1987, passando a 115 CV. Resta in listino fino al 1992.

Peugeot 205 GTI 1984

Peugeot 205 GTI 1984

Peugeot 205 GTI 1984, il motore

Peugeot 205 GTI 1984, il motore

I CV in più sono accompagnati da una ricalibrazione dell'iniezione che abbassa lievemente la coppia, da 134 a 130 Nm, ma l'auto guadagna comunque ben quattro decimi nello 0-100. Lo stesso motore equipaggia anche la cabriolet 205 CTI.

  • Peugeot 205 1.6 GTI - 1.580 cc: 105 CV, 190 km/h, 0-100 km/h 9,5 secondi
  • Peugeot 205 1.6 GTI '88 - 1.580 cc: 115 CV, 196 km/h, 0-100 km/h 9,1 secondi
  • Peugeot 205 1.6 CTI - 1.580 cc: 115 CV, 190 km/h, 0-100 km/h 9,7 secondi

La Peugeot 205 GTi 1.9

Con l'arrivo delle Alpine Turbo e Fiat Uno Turbo, anche Peugeot cerca di alzare la posta, ma a differenza degli avversari decide di non puntare sulla sovralimentazione bensì su una cilindrata maggiore. nel 1988 introduce quindi la 1.9 GTI con motore XU9 JA da 130 CV a 6.000 giri/min., che affianca la 1.6. Sale anche sulla CTI, ma limitato a soli 102 CV.  

Peugeot 205 1.9 GTI 1986

Peugeot 205 1.9 GTI 1988

Peugeot 205 1.9 GTI Gutmann

Peugeot 205 1.9 GTI Gutmann

Questo viene ridimensionato nel 1993 con l'arrivo del catalizzatore imposto dalla norma Euro 1, che limita la potenza a 122 CV (XU9 JA/Z) e riduce la coppia da 161 a 144 Nm. Non ci saranno altre evoluzioni ufficiali, ma molte elaborazioni, come quella della tedesca Gutmann che realizzerà una serie limitata di 205 con le teste a 16V della 309 GTI 16V e altre modifiche ottenendo 160 CV e 220 km/h.

  • Peugeot 205 1.9 GTI - 1.905 cc: 130 CV, 206 km/h, 0-100 km/h 7,8 secondi
  • Peugeot 205 1.9 GTI '92 - 1.905 cc: 122 CV, 198 km/h, 0-100 km/h 8,6 secondi 

Peugeot 206 GTI ed RC

La 205 viene sostituita nel '98 dalla 206, destinata a raccogliere un successo addirittura maggiore e totalizzare una produzione di oltre 8 milioni di unità contro i già notevoli 5,3 milioni dell'antenata. Le versioni sportive arrivano appena un anno dopo il debutto e sono ben due, GTi e GT entrambe con motore EW10 JA da due litri e 136 CV e 190 Nm di coppia che però determina prestazioni finali leggermente inferiori alle 205.

Peugeot 206 GT 1999

Peugeot 206 GT 1999

La ragione del "dualismo" è semplice: la GTi, con "i" ora minuscola che sottolinea il motore a iniezione (in realtà già presente sulle precedenti), è la sportiva di serie. La GT, identica nella meccanica, è una serie limitata che serve a omologare la vettura da Rally, la 206 WRC e si distingue per i prominenti paraurti che servono ad allungarla dai suoi modesti 3,82 metri al minimo regolamentare per la categoria, che è di quattro metri.

Peugeot 206 RC 2003

Peugeot 206 RC 2003

Peugeot 206 RC 2003, il motore

Peugeot 206 RC 2003, il motore

La vera "bomba" arriva soltanto nel 2003 con la RC, che adotta una sigla destinata a diventare per un breve periodo il nuovo logo della sportività Peugeot. Qui il  2.0 EW10 JA4 a fasatura variabile eroga 177 CV e oltre 200 Nm e stabilisce il nuovo record prestazionale per le piccole del Leone.

  • Peugeot 206 GTi/GT - 1.998 cc: 136 CV, 210 km/h, 0-100 km/h 8,9 secondi
  • Peugeot 206 RC - 1.998 cc: 177 CV, 220 km/h, 0-100 km/h 7,4 secondi

La Peugeot 207 GTi

La successiva 207, che arriva nel 2006, non sarà ricordata come una delle Peugeot più emozionanti di sempre anche se è elegante, piacevole e monta nuovi motori della famiglia Prince a iniezione diretta condivisi con le nuove MINI di BMW. Al pari della contemporanea 308  è generosa nelle misure (oltre quattro metri di lunghezza nel suo caso), ma poco razionale negli spazi e anche pesantuccia.

Peugeot 207 GTI 2007

Peugeot 207 GTI 2007

Peugeot 207 RC 2009

Peugeot 207 RC 2009

Le sue versioni di punta sono le prime dotate di motori sovralimentanti, appunto i 1.6 THP Prince EP6DT. Una versione standard da 150 156 CV era in listino sulle versioni XS, antipasto della 207 GTi vera e propria dotata della variante EP6DTS da 175 CV e 240 Nm di coppia. Dopo il restyling del 2009, prende il nome di RC.

  • Peugeot 207 GTi/RC - 1.598 cc: 175 CV, 220 km/h, 0-100 km/h 7,1 secondi

La Peugeot 208 GTi

La 208, che debutta nel 2012, cambia completamente le regole abbracciando l'efficienza: più raccolta, con la lunghezza che torna sotto i quattro metri (3,98 per l'esattezza), ma disegnata con cura per ottimizzare lo spazio, è anche più leggera e brillante, tanto da potersi permettere di offrire anche piccoli motori aspirati a tre cilindri.

Peugeot 208 GTI 2013

Peugeot 208 GTI 2013

Peugeot 208 GTI 2013, retro

Peugeot 208 GTI 2013, retro

La dinamica curata anche sulle versioni meno pretenziose ne fa un'ottima base per una GTi raffinata, che arriva nella primavera 2013, spinta dall'evoluzione del THP che ora tocca i 200 CV.

Considerata tra le migliori del panorama insieme alla Ford Fiesta ST, riceve un upgrade speciale con la serie limitata (600 esemplari) 208 30th Anniversary, che celebra appunto i tre decenni dalla prima 205 GTi. Per l'occasione la potenza sale a 208 CV, la coppia da 275 a 300 Nm e arrivano un nuovo assetto, carreggiate più larghe e un differenziale autobloccante.

Peugeot 208 GTI 30th Anniversary 2014

Peugeot 208 GTI 30th Anniversary 2014

Peugeot 208 GTI 2015, il motore

Peugeot 208 GTI 2015, il motore

Nel 2015, dopo il restyling, queste specifiche vengono riproposte sulla 208 GTI By Peugeot Sport, non più limitata ma offerta come versione top della piccola sportiva in affiancamento a quella standard da 200 CV. Escono entrambe di scena nel 2018 quando debutta la nuova 208 che però non prevede più una versione ad alte prestazioni

  • Peugeot 208 GTi - 1.598 cc: 200 CV, 230 km/h, 0-100 km/h 6,8 secondi
  • Peugeot 208 GTi 30th/PS - 1.598 cc: 208 CV, 230 km/h, 0-100 km/h 6,5 secondi

Fotogallery: Peugeot, le GTI dalla 205 alla 208