L'Aston Martin Vanquish è l'auto gran tourer della gamma della casa inglese, cioè il modello che unisce l'eleganza e il lusso alla sportività. Durante il Salone di Ginevra del 2019 la casa, attraverso un concept mai visto prima, aveva anticipato che la sua erede diretta sarebbe potuta essere una supercar con motore V6 ibrido in posizione centrale.

Ora, però, la casa ha fatto sapere che, almeno per il momento, si sta allontanando dall'idea di portare su strada un'auto simile.

Erede indiretta

L'Aston Martin Vanquish a motore centrale sarebbe dovuta essere a tutti gli effetti un'erede "indiretta" della Vanquish di precedente generazione con motore V12 anteriore e, ancor prima, della DBS, la versione sportiva della precedente DB9.

Il progetto a motore centrale, avrebbe dovuto portare la casa di Gaydon a competere in un segmento oggi dominato da altre sportive di dimensioni simili e con powertrain con la stessa architettura, come per esempio la Ferrari 296 GTB.

La notizia della sospensione del progetto, però, significa che l'idea di riportare su strada una Vanquish è stato definitivamente cancellata? La risposta è no, perché, nella mail scritta ai nostri colleghi di Motor1 US, la casa ha suggerito che la possibilità di progettare una sportiva a motore centrale è sempre presente, anche se la concept come l'avevamo vista a Ginevra non si farà. Almeno, non a breve.

Aston Martin Vanquish Vision Concept

Aston Martin Vanquish Vision Concept 2019

Il futuro del brand

Se l'argomento vi sembra familiare, avete ragione. Infatti non è la prima volta che sentiamo parlare della scomparsa della Vanquish. Il presidente esecutivo di Aston Martin, Lawrence Stroll, aveva dichiarato a maggio che l'azienda si sarebbe concentrata su altre ambizioni a breve termine, come la DB12 che ha debuttato nel corso dello stesso mese.

Tra i progetti, poi, ci sarebbe anche la Valhalla, che dovrebbe iniziare i test su strada prima della fine di dicembre. La prima Aston Martin elettrica, invece, dovrebbe arrivare entro il 2025.