Da tempo, Porsche è al lavoro su una Taycan ad altissime prestazioni. Negli scorsi mesi l'abbiamo vista ripetutamente in diverse foto spia, anche con lo strambo badge "TDI" per disorientare i curiosi e gli addetti ai lavori.

Ora, questa Taycan molto speciale (il cui nome dovrebbe essere Turbo GT) è diventata la berlina elettrica più veloce del Nurburgring con un tempo di 7'07"55.

Il trono è (di nuovo) suo

La Casa di Zuffenhausen specifica che l'esemplare che vedete nelle foto e nel video è di pre-produzione, il che significa che quello definitivo potrebbe essere ancora più prestazionale e rifinito dal punto di vista estetico. Sta di fatto che questa Porsche ha chiuso il giro record con un tempo inferiore di 26 secondi rispetto all'attuale Taycan Turbo S e di quasi 18 secondi rispetto alla Tesla Model S Plaid.

L'ammiraglia di Elon Musk, infatti, ha fermato il cronometro in 7:25.231, mentre l'elettrica più veloce di tutte resta la Rimac Nevera con 7:05.298. 

Da notare come la Porsche abbia ricevuto piccole modifiche per renderla più sicura e più adatta alla pista, come l'installazione di sedili da corsa e di un roll bar.

Verso i 1.000 CV

Stando a quanto dichiarato da Porsche, il video ufficiale del giro sarà pubblicato a metà marzo, probabilmente in tempo per scoprire tutte le informazioni sulla rinnovata gamma Taycan

La Porsche Taycan stabilisce il record sul giro al Nurburgring

La Porsche Taycan stabilisce il record sul giro al Nurburgring

Foto spia Porsche Taycan GT

Le foto spia della Porsche Taycan Turbo GT

Intanto, proseguono le speculazioni su questa variante potentissima. Oltre al nome "Turbo GT", si pensa che questa Taycan abbia tre motori elettrici per un totale di circa 1.000 CV e una sofisticata elettronica per gestire in modo preciso ed efficace la trazione tra l'asse anteriore e posteriore. Al tempo stesso, è possibile che la Porsche abbia ricevuto una nuova batteria, con una nuova chimica o celle di nuova generazione.

Fotogallery: La Porsche Taycan stabilisce il record sul giro al Nurburgring

Fonte: Porsche