La BMW M3, sia con carrozzeria berlina sia con carrozzeria station wagon Touring, si aggiorna per il 2024 con un lieve lifting di metà carriera, che la avvicina per forme e dotazioni alla già rinnovata M4.

Debuttano a livello estetico, infatti, nuovi fari con luci diurne a LED oblique, insieme al rinnovato sistema di infotainment iDrive 8.5 negli interni. A livello meccanico, invece, cambia la potenza delle versioni Competition con trazione integrale xDrive, che sale fino a 530 CV (20 CV in più di prima). Ecco tutti i dettagli.

BMW M3 2024, gli esterni

La BMW M3, come detto, cambia poco nell'estetica in occasione di questo lieve lifting di metà carriera. A differenza della già rinnovata M4, infatti, le modifiche che i designer hanno scelto di apportare alle linee esterne della carrozzeria sono minime e quasi tutte concentrate nel frontale.

La più grande novità, infatti, consiste nei fari anteriori, ora tutti nuovi e che inglobano una firma luminosa a LED vicina a quella delle nuove auto dell'Elica, dunque con elementi obliqui e non più orizzontali.

BMW M3 Berlina (2024) e BMW M3 Touring (2024)

BMW M3 Berlina (2024), il frontale

Restano sempre disponibili come optional i fari adattivi con abbaglianti a matrice di LED, luci adattive in curva e illuminazione dinamica cittadina, caratterizzati da elementi interni blu che non stanno più a significare - come sulla prima versione dell'attuale Serie 3 - la presenza della tecnologia Laser, ormai rimossa dal modello.

BMW M3 Berlina (2024) e BMW M3 Touring (2024)

BMW M3 Berlina (2024) e BMW M3 Touring (2024), il posteriore

BMW M3 2024, gli interni

Passando agli interni, anche qui i designer si sono concentrati su lievi modifiche mirate. Tra queste c'è, per esempio, un nuovo volante sportivo che, per la prima volta sul modello, ha il bordo inferiore appiattito e che - optional - può diventare in Alcantara e riscaldato.

Ma non solo. Oltre ai vani piedi, al vano portaoggetti nella parte anteriore della console centrale e alle tasche delle portiere, ora l'illuminazione ambientale multicolore di serie comprende anche la cornice del pannello delle bocchette d'aria centrali e, insieme, debutta un nuovo rivestimento Sensatec per la plancia.

Come abbiamo anticipato nell'introduzione, una delle più grandi novità della M3 restyling è poi il nuovo sistema di infotainment. Si tratta dell'ultima generazione di iDrive con sistema operativo 8.5, abbinato a un display unico curvo con Information Display da 12,3 pollici e Control Display da 14,9 pollici, dotato per l'occasione di diverse schermate specifiche M. 

BMW M3 2024, la meccanica

Ma veniamo al dunque e parliamo della meccanica e dei motori. In occasione di questo lieve lifting di metà carriera, BMW ha aumentato la potenza delle M3 Competition dotate di trazione integrale xDrive. Nello specifico si tratta di 20 CV in più, che portano così il numero complessivo a ben 530 CV: un valore che non riguarda le versioni a trazione posteriore che restano "ferme" ai 510 CV originali.

In base a quanto dichiarato dalla Casa, grazie a queste modifiche, la versione berlina a trazione integrale è ora in grado di accelerare da zero a 100 km/h in 3,5 secondi, con la Touring che, invece, impiega solo 0,1 s in più, ovvero 3,6 secondi.

Quando si accelera da fermi a 200 km/h, invece, l'aumento delle prestazioni dei due modelli a trazione integrale si nota ancora di più, con un miglioramento del tempo di 0,5 secondi in entrambi i casi (11,8 secondi per la berlina e 12,4 secondi per la Touring).

BMW M3 2024, prezzi e disponibilità

La BMW M3 restyling arriverà sul mercato, prima tedesco e poi europeo, a partire dal mese di luglio 2024. Nel Paese di origine i prezzi partiranno da 94.200 euro per la berlina "standard" e 100.400 euro per la berlina Competition.

Scegliendo la trazione integrale xDrive, invece, i prezzi partiranno da 105.300 euro. Per la Touring, disponibile solo come Competition M xDrive, serviranno infine almeno di 106.300 euro.

Fotogallery: BMW M3 2024, berlina e Touring