Toyota continua ad anticipare come saranno i suoi nuovi motori a combustione. Ben prima della loro introduzione nelle auto di serie, i nuovi quattro cilindri ICE sono stati presentati come sviluppi in corso d'opera alla fine di maggio. Ora, il Chief Technology Officer della casa automobilistica giapponese fornisce ulteriori dettagli su ciò che ci aspetta.

Parlando con Automotive News, Hiroki Nakajima ha definito i nuovi motori da 1,5 e 2,0 litri come una soluzione potenzialmente "rivoluzionaria".

Cosa cambierà rispetto ad oggi

Nakajima si è spinto a dire che questi nuovi motori saranno "completamente diversi" rispetto all'attuale gamma di propulsori ICE. Sebbene le auto a idrogeno non siano ancora decollate, Toyota afferma che il lavoro di sviluppo svolto per la Mirai, che ha subito un rallentamento nella vendita, ha aiutato gli ingegneri a imparare di più sull'efficienza termica del motore.

<p>Nuovi motori Toyota a quattro cilindri</p>

Nuovi motori Toyota a quattro cilindri

Nakajima non è entrato nello specifico dell'efficienza termica, ma Toyota ha raggiunto il 40% diversi anni fa. Nissan vanta una percentuale ancora più alta, il 50%, grazie alla sua tecnologia e-Power, con il motore a combustione che funge da generatore per alimentare una batteria invece di far girare le ruote. Un'altra casa automobilistica giapponese, Mazda, ha adottato un approccio simile con il motore rotativo all'interno della MX-30, un crossover elettrico ad autonomia estesa.

Il CTO di Toyota ha dichiarato che i nuovi motori avranno una corsa del pistone più corta, che è stata "un'impresa molto difficile" da realizzare. Questi motori in linea saranno tutti più piccoli per "rivoluzionare il packaging dei veicoli", consentendo di abbassare il frontale per migliorare l'efficienza ottimizzando il flusso d'aria. La coppia persa in questo processo sarà compensata dalla risposta istantanea di un motore elettrico. Questi nuovi motori sono stati sviluppati principalmente in vista degli ibridi.

Li vedremo dal 2027

Per quanto riguarda la data in cui le prime auto arriveranno sulle strade con i nuovi motori, ci si aspetta di vederle intorno al 2027. Toyota sta sviluppando i propulsori per funzionare non solo con combustibili fossili, ma anche con biocarburanti, idrogeno e persino con combustibili sintetici.

Nakajima sostiene che questa nuova famiglia di motori "ha molto spazio per giocare", suggerendo che ci sono molti trucchi ingegneristici che l'azienda non vuole divulgare per ora.

Fotogallery: Nuovi motori Toyota a quattro cilindri