Quale occasione migliore della 1000 Miglia per mostrare al grande pubblico la nuova Alfa Romeo Junior in movimento? Si sà, tra quella che Enzo Ferrari definiva "la corsa più bella del mondo" e la Casa di Arese c’è un rapporto speciale, creato attraverso le tantissime vittorie accumulate negli anni.

L’ultima arrivata della famiglia si unisce dunque alle protagoniste in gara, una 1900 Sport Spider del 1954 e una 1900 Super Sprint del 1956, e alle due ultime versioni di Giulia e Stelvio Quadrifoglio, le Super Sport, edizioni dedicate proprio alla prima vittoria di Alfa nella 1000 Miglia, datata 1928. E non finisce qui.

Junior, la più piccola della grande famiglia

Sarà pure l’ultima arrivata, ma la Junior non avrebbe potuto sperare in un’accoglienza migliore. Insieme a lei e alle già citate auto che seguono la 1000 Miglia 2024, infatti, ci sono altre 50 e più Alfa Romeo su un totale di 400 partecipanti. Questo rende la compagine del Biscione la più numerosa e anche la più rappresentativa del motorismo italiano.

E' bello dunque poter ammirare le creature più storiche affiancate da quelle più moderne come appunto la Junior, che è tra le prime Alfa in assoluto a poter vantare alcune tecnologie. Per cominciare, è la prima Alfa a essere disponibile anche elettrica, e poi ci sono tante altre chicche come la motorizzazione ibrida di tipo mild per il 1.2 da 136 CV che, volendo, può anche avere la trazione integrale intelligente con l’aggiunta di un motore elettrico sul retrotreno.

Ancora, oltre alla dotazione di assistenza alla guida di livello 2, è tra le pochissime del suo segmento a poter vantare i fari a matrice di LED oppure l’integrazione di ChatGPT nel suo infotainment.

Alfa Romeo alla 1000 Miglia 2024

Alfa Romeo Junior alla 1000 Miglia 2024

Ci siamo anche noi!

La crew di Motor1.com Italia segue la 1000 Miglia da molto vicino. Anzi, la fa Andrea Farina al volante della già citata 1900 Super Sprint del 1956, la vettura numero 405, insieme a un copilota d’eccezione, Davide Cironi, influencer e youtuber appassionato di motori.

Allo stesso tempo, Lorenzo Curatti segue tutto il dietro le quinte della 1000 Miglia 2024 attraverso il racconto della Junior, dei meccanici Alfa che mettono le mani sulle auto in gara e, ovviamente, della 1900 Sport Spider del 1954 che è affidata a Nicola Larini, campione del DTM 1993 con l’Alfa Romeo 155 V6 TI e al navigatore di rally Luca Ciucci.

Dove vedere la 1000 Miglia 2024

Così tante Alfa, storiche e non, tutte insieme, è un colpo d’occhio da non lasciarsi sfuggire. Una sorta di museo a cielo aperto e in movimento che va assolutamente ammirato e, dunque, ecco dove passa la 1000 Miglia 2024.

Ci vediamo lì, e ricordate di taggarci e di postarci sui social!

Fotogallery: Alfa Romeo alla 1000 Miglia 2024