Non ha perso i suoi occhioni, ma è cresciuta nelle dimensioni e ora è più connessa che mai. Ecco come va

Correva l’anno 2010 quando Nissan iniziò a impossessarsi del segmento dei Crossover compatti con la Juke, un’auto dalla spiccata personalità estetica con dimensioni cittadine e una gamma di motori abbastanza ampia da farla piacere a un milione di clienti.

A distanza di quasi dieci anni oggi nella stessa fascia di mercato ci sono oltre venti proposte della concorrenza, a testimonianza dell’effervescenza di questo segmento, ecco perché era necessaria una rivoluzione. La nuova Nissan Juke debutta oggi con una veste totalmente nuova, inediti contenuti e un solo motore che abbiamo provato poco fuori Barcellona.

Com'è fuori

I grandi occhioni che l’hanno resa famosa ci sono ancora, ma ora lo sguardo nel frontale è più maturo, meno “prevaricatore” ed è così che la nuova Juke punta a conquistare una nuova clientela. La calandra a V dopo il resto della “famiglia” approda anche su questo modello, guadagnando spazio per i nuovi gruppi ottici, e questo vale anche al posteriore dove i nuovi volumi riducono lievemente gli sbalzi a tutto vantaggio dell’equilibrio stilistico.

Nuova Nissan Juke, la prova su strada

Non mancano ovviamente giochi di luci pure lateralmente, assicurati dalle nervature sinuose che, se prima occupavano solo il passaruota posteriore, oggi sconfinano lungo tutta la fiancata. Diversa nelle forme e anche nelle dimensioni, aumentate in tutte le direzioni con la lunghezza che ora arriva a 4 metri e 21, la larghezza a 1 metro e 80 e l’altezza a quasi 1 metro e 60.

Com'è dentro

La strumentazione non è del tutto digitale, ma già dallo schermo da 7 pollici si ottengono numerose informazioni di viaggio senza dover allontanare troppo lo sguardo dalla strada. L’anima connessa della Juke però si manifesta nel nuovo touchscreen centrale da 8 pollici, il Nissan Connect, che offre varie funzionalità come Apple Car Play, Android Auto, TomTom Maps oltre al WiFi integrato. 

Nuova Nissan Juke, la prova su strada

Piacere di guida

La Juke è nuova anche fra le curve. Non si tratta di una trazione anteriore sportiva, ma in quanto a inserimento e percorrenza di curva la piattaforma CMF-B (condivisa anche con le nuove Renault Clio e Captur) si è dimostrata rigida al punto giusto da “collaborare” con la guida frizzante. Buona è la capacità di assorbimento delle sospensioni col MacPherson anteriore che accetta anche gli inserimenti last-minute, senza mai scomporsi.

Belli ma “surreali” potrebbero sembrare i cerchi da 19 pollici con pneumatici 225/45, presenti su questo allestimento N-DESIGN, ma a listino ci sono anche dimensioni più “cittadine”. L’unico motore per ora disponibile, il 1.0 Turbo benzina da 117 CV, si è dimostrato molto equilibrato: la spinta è ben avvertibile già da circa 1.500 giri/min, mentre la coppia massima di 180 Nm (200 Nm con overboost) ha il suo picco a 1.750 giri/min.

Il Costruttore dichiara lo 0-100 coperto in 10,4 secondi col cambio manuale e 11,1 con DCT7, il doppia frizione a 7 marce che si abbina davvero bene all’indole del 3 cilindri turbo

Nuova Nissan Juke, la prova su strada

Comfort

I passeggeri posteriori saranno i primi ad accorgersi delle dimensioni 2.0 di questa Juke. E’ infatti il passo di 2,63 metri a impressionare, ovvero circa 10 cm in più rispetto alla precedente generazione, e questo garantisce una più adeguata abitabilità al posteriore.

Inoltre, la larghezza aumentata di circa 3 cm permette a chi siede dietro di godersi anche le lunghe trasferte, complice anche la conformazione degli schienali che offre un bel sostegno lombare. Il bagagliaio, grazie alla capacità aumentata di 68 litri, ora contiene 422 litri, ma la soglia di carico posta a oltre 80 cm rimane alta.

Nuova Nissan Juke, la prova su strada

Curiosità

Al debutto sulla nuova Juke è anche il Propilot, un sistema integrato in grado di assistervi in accelerazione, sterzata e frenata mantenendovi alla distanza da voi impostata dal veicolo che vi precede, ma soprattutto al centro della carreggiata. Disponibili sulla giapponese anche il sistema di frenata d’emergenza con riconoscimento di pedoni e ciclisti, il riconoscimento della segnaletica stradale oltre a quello degli ostacoli in movimento.

Nuova Nissan Juke, la prova su strada

Quanto costa

La nuova Nissan Juke parte da circa 19.600 euro in allestimento Visia, mentre per una N-Design della nostra prova occorrono poco meno di 23.900 euro se la desiderate col cambio manuale, circa 1600 euro in più se preferite l’automatico DCT7, un accessorio che invece costa 2.000 euro sulla top di gamma Tekna che può arrivare a 26.700 euro. Tra gli optional segnaliamo il sistema Bose Personal Plus con altoparlanti integrati nei poggiatesta anteriori offerto a 600 euro, la stessa cifra necessaria per il Lane Assist Pack che include l’Around View Monitor.

Nissan Juke

Motore 1.0 Turbo DIG-T 117 MT
Potenza 117 CV
Coppia Massima 180 Nm
Consumi 19,6 km/litro
Accelerazione 0-100 km/h 10,4 secondi (manuale), 11,1 secondi (automatica)
Prezzo base 19.600 euro

Fotogallery: Nuova Nissan Juke, la prova su strada