Prima prova su strada del nuovo modello, basato sulla Volkswagen Golf 8

Ha avuto il merito di crederci per prima, l’Audi A3. Nel 1996, infatti, ha di fatto dato il via alla categoria delle compatte premium, basandosi sulla cugina Volkswagen Golf (ecco la prova del Perché Comprarla).

Visto il successo della formula, negli anni successivi sono arrivate la Mercedes Classe A e la BMW Serie 1, rivali che anche oggi aspettano il ritorno del nuovo modello dell’Audi A3 Sportback, protagonista di questo primo test drive.

Com’è fuori

Arrivata alla quarta generazione, la nuova Audi A3 Sportback eredita piattaforma, meccanica e tecnologia dalla Golf 8 e punta ancora - se possibile ancor più che in passato - sul farsi desiderare per il look esterno. 

Audi A3 Sportback, la prova
Audi A3 Sportback, la prova

Le forme scavate, con tante nervature e concavità, parla un linguaggio simile a quello dei SUV Q3 e Q3 Sportback, anche grazie all’assottigliamento dei fanali posteriori e a fari anteriori più grandi. Con tecnologia Led evoluta, naturalmente, visto che questo aspetto è uno dei cavalli di battaglia delle Audi. La carrozzeria è lunga 4,34 metri, quindi poco più della Golf 8 ma meno rispetto alle già citate concorrenti BMW e Mercedes.

Com’è dentro

Il bagagliaio, invece, è nella norma per la categoria, con 380 litri di capacità minima, mentre rispetto al modello precedente è migliorata l’abitabilità posteriore. Il divanetto è stato abbassato e dunque c’è più libertà di movimento per la testa e all’altezza delle spalle. Ma è la plancia la protagonista degli interni della nuova A3.

Spostando le bocchette del clima attorno al cruscotto, l’impatto visivo è decisamente più snello ed è anche migliorata l’ergonomia. Anche nel caso dello schermo centrale, in posizione più visibile rispetto ad altre Audi recenti. Sempre di ottimo livello, infine le finiture, con qualche sbavatura nella zona posteriore e nel bagagliaio.

Audi A3 Sportback, la prova
Audi A3 Sportback, la prova

Piacere di guida

L’assetto della nuova Audi A3 in allestimento S Line Edition ha una taratura davvero riuscita, in perfetto equilibrio tra comfort e dinamica di guida. Quando si alza un po’ il ritmo l’inserimento in curva è un po’ lento, come racconto nel video, ma per il resto la guida è molto piacevole, considerando come l’erogazione del motore rotonda - ma robusta - dialoghi decisamente bene con la scelta dei rapporti del cambio automatico doppia frizione a 7 marce S Tronic.

La visibilità è un altro punto di forza della macchina, così come la linearità di marcia, che permette di godersi anche i percorsi misti con tanta souplesse. Ancor di più in autostrada, dove ci si può affidare agli interventi intuitivi degli ADAS per stancarsi di meno nei lunghi viaggi (nel filmato vi racconto meglio i dettagli).

Audi A3 Sportback, la prova

Comfort

Sulla versione in prova, equipaggiata con il 2.0 turbodiesel da 150 CV e 360 Nm, dopo pochi minuti ho notato subito un’ottima insonorizzazione non solo del motore, ma anche dei fruscii aerodinamici, del rotolamento delle gomme e del rumore negli scuotimenti delle sospensioni.

Merito anche del coefficiente di penetrazione aerodinamica Cx, migliorato rispetto al passato con un valore di 0,28. Merito anche del sottoscocca carenato. Niente male nemmeno i sedili, che anche nella conformazione più sportiva dell’allestimento provato offrono sì più contenimento, senza trascurare il sostegno.

Audi A3 Sportback, la prova

Curiosità

La nuova Audi A3 è la prima vettura di Inolstadt sulla quale è possibile avere rivestimenti che utilizzano materiali riciclati (fino a 45 bottiglie per per ogni sedile). A livello di software, la potenza di calcolo del sistema di infotainment ora è 10 volte più elevata, per un utilizzo più fluido e per permettere l’introduzione di nuove funzionalità, come l’interazione dei comandi vocali con linguaggio naturale, con informazioni prese anche dalla rete. E oltre all’assistente attivabile dicendo “hey Audi”, si potrà avere anche Amazon Alexa, con 80.000 funzioni già attive.

Audi A3 Sportback, la prova

Quanto costa

A livello di consumi, durante il test drive la percorrenza media è stata di 18 km/litro (5,5 litri/100 km). Mentre i prezzi partono da poco meno di 28.000 euro con il motore 1.0 a benzina, uno dei quattro disponibili al lancio assieme al 1.5 benzina e al diesel 2.0 in due livelli di potenza (successivamente arriveranno anche la 1.5 mild hybrid, la versione plug in, e quella a metano).

Per quanto riguarda altre formule di acquisto, l’Audi Value prevede per la nuova A3 una durata di 2 anni e 30.000 km e un anticipo a partire da circa 9.000 euro, con rate mensili di almeno 199 euro e valore futuro garantito dell’usato. In questa fase le prime 3 rate vengono scontate ed è possibile anche scegliere una formula analoga ma in noleggio a lungo termine, con rate mensili a partire da 299 euro al mese.

Fotogallery: Audi A3 Sportback, la prova

Audi A3 Sportback

Lunghezza 4,34 m
Larghezza 1,82 m
Altezza 1,45 m
Capacità di carico 380 litri - 1200 litri
Motore 2.0 turbo diesel 4 cilindri
Trasmissione automatico 7 marce doppia frizione
Potenza 150 CV @ 3.000 - 4.000 rpm
Coppia Massima 360 Nm @1.600-2.750 rpm
Accelerazione 0-100 km/h 8,4 secondi
Consumi 4,5 - 5,1 litri/100 km (combinato)