Forse, a citare Connor MacLeod, ne rimarrà solamente una, e a guardare come sta andando il mondo dell'auto non si fa fatica a crederci: le classiche auto compatte stanno via via scomparendo per lasciare spazio a SUV e crossover. E la nuova Citroen C4 ce lo ricorda ancora una volta.

Quella che era una classica compatta di segmento C si è infatti trasformata in crossover con forme da coupé, come piace al mercato, con uno stile completamente nuovo e non solo. Non siamo infatti davanti a una mutazione ma a una vera e propria rivoluzione che parte dalla forme per arrivare a meccanica e motorizzazioni.

Un cambiamento epocale per la Citroen C4, che si allinea così alle cugine PSA come Peugeot 208 e 2008, DS 3 Crossback e Opel Corsa adottando il pianale CMP, piattaforma multienergia capace di ospitare sia motorizzazioni benzina e diesel sia 100% elettriche.

Esterni

Il mondo vuole crossover coupé e la Citroen C4 vuole accontentare il mondo sfoggiando uno stile di tendenza, rielaborato secondo i nuovi stilemi del marchio. Il frontale è imponente ma anche sfuggente, merito del double chevron cromato che abbraccia tutta la mascherina e si allarga poi ai lati, dando vita ai gruppi ottici LED sdoppiati. Sottilissimi nella parte superiore e ben più massicci sotto.

Citroen C4 elettrica (2021)

Massiccia anche la fiancata, che mette in mostra i muscoli con passaruota pronunciati e nella parte bassa ciò che rimane degli airbump, ormai ridotti a presenza più che discreta. Il mix di bombature e scanalature si unisce all'andamento dolce del tetto, che dal montante C scende verso una coda dal design elaborato e con qualche richiamo alla prima generazione di C4.

Il piccolo spoiler, con la sua rientranza, richiama infatti la versione coupé della compatta francese, mentre per il resto è tutta una nuova storia. I gruppi ottici riprendono il disegno a X dell'anteriore e quasi escono dai volumi dell'auto, creando ancora una volta una sensazione di muscolosità.

Interni

Minimalismo e tecnologia sono le parole che hanno guidato le matite dei designer francesi quando hanno creato l'abitacolo della nuova Citroen C4. I punti di contatto col resto della gamma sono davvero pochi, segno di come il nuovo crossover francese voglia dare un nuovo impulso allo stile della Casa.

Citroen C4 elettrica (2021)

I monitor sono 2: uno da 10" sulla sommità della plancia, l'altro davanti al guidatore, a raccogliere però non tantissime informazioni. La diagonale da 5,5" infatti permette di avere sì un design accattivante e moderno, ma non si può scegliere tra differenti schermate per visualizzare - ad esempio - mappe del navigatore o altro. Informazioni proiettate sull'head up display (di serie sugli allestimenti più ricchi), comodo perché non costringe a distogliere lo sguardo dalla strada.

Non manca invece nulla al sistema di infotainment, non tra i più reattivi sul mercato, ma ricco di tante funzioni e compatibile anche con Android Auto ed Apple CarPlay. Un centro di comando che - e questo è un bene - non integra i comandi del climatizzatore, affidati a comodi rotori sistemati al di sotto. In un'epoca dominata dal digitale questo è l'analogico che piace.

La qualità è buona, con plastiche per lo più rigide ma sempre assemblate con cura. Molto buoni i sedili, con una gradevole alternanza di differenti materiali (stoffa e pelle) e fedeli alla filosofia Advanced Comfort: la loro imbottitura è composta da schiume di differenti spessori per garantire sempre un alto livello di comodità.

Citroen C4 elettrica (2021)

A livello di misure seduta e schienale sono più simili a quelle di una poltroncina di casa che di un classico sedile: bene per i lunghi viaggi, un po' meno quando si affrontano curve veloci: i fianchetti infatti non sono molto contenitivi e si rischia di scorrere più del dovuto.

Infine lo spazio, punto forte della nuova Citroen C4: al di là di quello per i passeggeri, per i quali c'è tanto spazio per le gambe mentre solo i più alti toccano il cielo del tetto, e per i bagagli (con capacità di carico da 380 a 1.290 litri disponibili), ciò che piace sono i numerosi vani.

C'è quello per la ricarica induttiva dello smartphone, un altro con doppio fondo al di sotto, un generoso pozzetto sotto al bracciolo e 2 porta bicchieri sul tunne. E poi la chicca: un cassettino profondo e sottile sistemato davanti al passeggero, dove riporre un tablet da agganciare poi a una staffa grazie a una cover universale.

Guida

Da tempo in Citroen si parla di "effetto tappeto volante", dovuto alla presenza su C4 Cactus e C5 Aircross delle sospensioni progressive, in grado di digerire anche le sconnessioni più accentuate. Un effetto che sulla nuova Citroen C4 viene amplificato dalla silenziosità del motore elettrico, per una sensazione di totale isolamento dal mondo esterno.

Citroen C4 elettrica (2021)

Un motore che, così come il pacco batterie, è condiviso col resto dei modelli PSA basati sulla piattaforma CMP. Si tratta di un'unità da 100 kW (136 CV) con accumulatori agli ioni di litio da 50 kWh. I dati ufficiali dicono che una ricarica basta per percorrere 350 km toccando i 150 km/h di velocità massima e accelerando da 0 a 100 in 9,7".

I tempi di ricarica vanno da 7 ore e mezza con linea monofase da 7,4 kW a 30 minuti per l’80% attaccandosi a colonnine rapide da 100 kW, passando per le 5 ore se si utilizza una linea trifase da 11 kW.

Un'auto che fa del comfort totale il proprio motivo d'essere, sacrificando qualcosa in termini di sportività: se l'assetto morbido infatti convince in pieno su dossi e asperità, in curva si avverte una più che accentuata tendenza al rollio. Meglio quindi andarci dolci per godere appieno di tutte le qualità del crossover francese.

Citroen C4 elettrica (2021)

Qualità che contano anche su sistemi di assistenza alla guida di Livello 2, con cruise control adattivo e mantenitore attivo della corsia sempre dolci e progressivi nei loro interventi.

I prezzi

La nuova Citroen C4 elettrica ha un listino prezzi che parte da 35.150 euro per l’allestimento Feel, già ricco, e arriva ai 37.650 della Shine, alla quale non manca praticamente nulla come dotazioni di serie. E grazie agli incentivi statali si possono tagliare 10.000 euro con la rottamazione di un vecchio modello oppure 6.000 senza rottamazione.

Sono presenti anche motorizzazioni endotermiche, benzina e diesel da 130 CV, per le quali si parte 22.900 euro per la benzina (24.900 per quella con cambio automatico) e 26.400 per la diesel.

Fotogallery: Nuova Citroen C4 elettrica

Citroen C4

Lunghezza 4,36 metri
Larghezza 1,83 metri
Altezza 1,52
Peso 1.616 kg
Motore elettrico
Potenza 100 kW
Coppia Massima 260 Nm
Velocità Massima 150 km/h
Accelerazione 0-100 km/h 9,7"
Batteria 50 kWh
Autonomia in elettrico 350 km
Trazione Anteriore
Tempo di ricarica 7,5 ore monofase 7,4 kW - 30 minuti 80% 100 kW
Capacità di carico 380 - 1.280 litri
Prezzo base 35.150 euro