Le auto ibride non sono tutte uguali e la loro efficienza dipende dalla tecnologia che adottano. Oltre a questo, però, è anche lo stile di guida a fare una grande differenza se si parla di riduzione dei consumi.

È per questo motivo che abbiamo deciso di realizzare una video-guida che spieghi quali sono le tecniche da adottare per usare al meglio la propria auto ibrida, cominciando dalle prime in ordine di comparsa sul mercato: le full-hybrid.

Per farlo, abbiamo utilizzato la Suzuki Swace Hybrid, mossa da un 1.8 benzina a ciclo Atkinson e da un motore elettrico, per un totale di 122 CV (qui vi diciamo #PerchéComprarla e perché no).

#1. Partenze controllate

Ogni partenza o ripartenza va fatta con un'accelerazione dolce e controllata. È in questo modo che il motore a benzina non si accende, o lo farà il più tardi possibile. Questa dritta è fondamentale nella guida in città, in coda, nel traffico e ai semafori, dove darà il massimo del risultato.

Come si guida un'auto ibrida full
Come si guida un'auto ibrida full

Bisogna essere graduali nel premere il pedale dell’acceleratore, farlo in modo progressivo senza essere bruschi e prendere velocità in modo lineare e controllato, senza per questo essere per forza lenti! Serve un po’ di pratica e si sviluppa questa sensibilità.

#2. Frenate previdenti

Ogni decelerazione è un’occasione da sfruttare per accumulare energia. Per farlo al meglio bisogna adottare il cosiddetto "occhio lungo", cioè leggere la strada e il traffico davanti a sé per essere previdenti. Già sollevando il piede dall’acceleratore, un’auto ibrida usa il movimento, cioè l’energia cinetica, per ricaricare la batteria e, facendolo, tende a ridurre – con un effetto di freno motore – la velocità.

Come si guida un'auto ibrida full
Come si guida un'auto ibrida full

Ma, soprattutto, è la prima parte della corsa del pedale del freno quella che rigenera l’energia.  
Bisogna premere perciò senza esagerare, accarezzando il freno e cercando di non intervenire bruscamente arrivando alla seconda parte della corsa, quella invece che interviene più direttamente sull’impianto frenante.

#3. Sfruttare le discese e la funzione Brake

Visto che è l’energia cinetica a ricaricare la batteria, allora non bisogna sprecare nemmeno una discesa: nelle pendenze si può massimizzare la rigenerazione. Bisogna mantenere sempre il piede sul freno per avere il controllo della vettura, rimanendo il più possibile nel primo stadio della corsa ed evitare accelerazioni inutili.

Come si guida un'auto ibrida full
Come si guida un'auto ibrida full

In più, su auto come la Suzuki Swace, la modalità B - che sta per Brake e che si seleziona con la leva del cambio automatico - consente di aumentare l'effetto frenante sfruttando il massimo del recupero di energia per la batteria e anche il freno motore, evitando anche che i freni si surriscaldino nelle lunghe discese.

#4. Il veleggiamento

Per veleggiamento si intende la possibilità di procedere con il motore a benzina spento, mantenendo la velocità. Il veleggiamento su un’ibrida come la Suzuki Swace si attiva, una volta raggiunta la velocità desiderata, sollevando il piede dal pedale dell’acceleratore, e poi eventualmente premerlo nuovamente in maniera leggera, con sensibilità.

Come si guida un'auto ibrida full
Come si guida un'auto ibrida full

Con un po’ di abitudine è facile individuare la giusta zona di funzionamento in cui l’auto riesce a mantenere la velocità usando solo il motore elettrico, o senza fornire del tutto potenza per qualche istante, fino a quando la batteria e la pendenza della strada lo consentono.

#5. L'utilizzo del cruise control

Per mantenere un’andatura il più possibile costante è utile usare il cruise control nei viaggi fuori città e in autostrada: impostando la velocità di crociera il sistema regola autonomamente il lavoro di entrambi i motori per ottimizzarne l’utilizzo, e quindi spegnendo il termico oppure sfruttandolo per ricaricare la batteria o, ancora, utilizzando la coppia combinata.

Come si guida un'auto ibrida full
Come si guida un'auto ibrida full

Attenzione:  il cruise control normale, in base al modello di auto e alla conseguente taratura del sistema, potrebbe essere da preferire a quello adattivo perché così si evitano quei rallentamenti e soprattutto quelle accelerazioni che sono superflue se si adotta la guida predittiva – con un occhio attento -  che dicevamo prima.

#6. Le modalità di guida

Tutte le auto full hybrid consentono di scegliere tra più modalità di guida. Selezionare quella Eco evita la tentazione di pestare sul pedale dell’acceleratore e tira fuori il meglio dal sistema ibrido.

Come si guida un'auto ibrida full
Come si guida un'auto ibrida full

Per scegliere tra le varie mappe ci vuole davvero un solo attimo. Con la mappa Eco la risposta dell’acceleratore è ancora più dolce e controllata ed evita che il motore a benzina intervenga, favorendo quindi l’elettrico. Nel 99% delle situazioni, nella vita di tutti i giorni, insomma la mappa Eco è quella da selezionare, certo se poi vi volete togliere qualche sfizio tra le curve la modalità Sport è sempre a portata di dito.

#7. Saper leggere la strumentazione

Tra infotainment e cruscotto, con degli indicatori specifici, l’auto fornisce una serie di informazioni che sono utili per capire il funzionamento del sistema ibrido. Saperle leggere significa migliorarsi sempre di più.

Sul display da 8 pollici al centro, per esempio, la Swace fa vedere nel dettaglio i flussi di energia che dalla batteria arrivano al motore elettrico e poi alle ruote. Quando si rilascia l’acceleratore, il senso è inverso perché la batteria si ricarica, mentre se si accende il motore a benzina si aggiungono dei flussi rossi. Guardare le animazioni aiuta a capire la logica di funzionamento.

Come si guida un'auto ibrida full
Come si guida un'auto ibrida full

L’indicatore centrale è diviso in tre settori: Eco, Charge e Power. Quando la lancetta rimane su Eco, vuol dire che si sta procedendo in elettrico, mentre se va su Charge si è in fase di rigenerazione dell’energia. Tenere d’occhio l’indicatore serve a evitare il più possibile che la lancetta raggiunga il settore Power, dove la gestione dell’energia è meno efficiente.

Come si guida un'auto ibrida full
Come si guida un'auto ibrida full

Ancora, nel computer di bordo la Swace, oltre ai consumi, mostra anche la percentuale di viaggio che si è percorso in elettrico e, ancora, assegna dei punteggi sullo stile di guida per affinare ulteriormente il piede.

#+1. Climatizzatore e gomme

Oltre allo stile di guida, ci sono altri dettagli che è bene conoscere per migliorare l'efficienza: la modalità ricircolo del climatizzatore, per esempio, usata con moderazione, permette di ridurre il consumo di energia. Sulla Swace, poi, il clima ha anche una modalità Eco dedicata che sa riconoscere il numero di persone a bordo per ottimizzare i flussi d'aria dove serve.

Come si guida un'auto ibrida full
Come si guida un'auto ibrida full

Anche le gomme sono da tenere in considerazione. Già di per sé, un’ibrida molto spesso è equipaggiata di base con pneumatici che offrono una bassa resistenza al rotolamento e che quindi incidono positivamente sui consumi. La classe di efficienza è indicata sull’etichetta d’acquisto e la A è la più virtuosa.

Come si guida un'auto ibrida full
Come si guida un'auto ibrida full

Oltre al tipo di gomma e al suo stato di usura bisogna anche considerare la pressione. Alcuni costruttori di pneumatici stimano che, viaggiando con gomme gonfiate ad una pressione inferiore di 0,2 bar rispetto a quella raccomandata, si ha un consumo di carburante maggiore dell’1%, del 2% con –0,4 bar e del 4% con pressione a –0,6 bar. Per sapere qual è la pressione giusta per le vostre gomme fate riferimento alle indicazioni sull’interno della portiera o sul libretto di istruzioni.

Fotogallery: Come guidare un'auto ibrida full per consumare meno