Personalità e sportività vengono portate a un nuovo livello sulla Cupra Leon restyling. Un modello che taglia i ponti nell’estetica e nella tecnologia con la “sorella” marchiata Seat, preparandosi così a un nuovo capitolo della sua vita.

Di fatto, si tratta molto più di un aggiornamento alle linee, ma di un vero e proprio cambio di posizionamento per la Leon. Per vederla dal vivo (e soprattutto per provare su strada la nuova top di gamma ibrida plug-in) siamo andati a Barcellona, la casa del brand spagnolo.

Esterni | Interni | Guida | Prezzi

Esterni

Il restyling ha riguardato esclusivamente alcuni dettagli estetici della Leon. Infatti, le dimensioni della compatta spagnola restano sempre di 4,40 metri di lunghezza, 1,80 m di larghezza e 1,44 m d’altezza.

Le novità di stile si riconoscono nel frontale, con un muso più smussato nella parte superiore, che raccorda il cofano con la calandra. Nuovi anche i fari LED (Matrix come optional, scegliendo determinati pacchetti), che presentano tre elementi luminosi triangolari come sulla Tavascan. Cambia anche la mascherina, con un disegno più geometrico e aggressivo.

Cupra Leon ibrida plug-in restyling, la prova di Motor1.com

Cupra Leon ibrida plug-in restyling

Cupra Leon ibrida plug-in restyling, la prova di Motor1.com

Cupra Leon ibrida plug-in restyling, i nuovi cerchi in lega

Si rinnovano anche le scelte dei cerchi in lega, disponibili da 18” a 19” in varie colorazioni, anche con dettagli in rame. Nel posteriore, le novità sono relative ai gruppi ottici, uniti al centro a illuminare il logo Cupra, mentre gli intagli nei paraurti conferiscono un look ancora più sportivo.

Interni

L’abitacolo della Leon conserva lo stile del modello pre-restyling, anche se non mancano alcune importanti novità dal punto di vista della dotazione. Sicuramente, la più evidente è la presenza del display da 12,9” dell’infotainment, che, oltre a una diagonale maggiore, presenta grafiche rinnovate.

Cupra ha aggiunto anche la retroilluminazione ai comandi a sfioramento per clima e volume della radio, risolvendo così una piccola pecca del modello uscente. Il quadro strumenti Cupra Virtual Cockpit è sempre da 10,25” ed è configurabile nelle varie schermate. Confermata anche la compatibilità con Apple CarPlay e Android Auto.

Cupra Leon 2024

Cupra Leon, gli interni

Restano curati i rivestimenti, coi sedili sportivi costituiti da un tessuto realizzato per il 73% da microfibre riciclate. Non mancano i dettagli color rame sulle bocchette dell’aria condizionata e sulla console centrale (che presenta un nuovo look). Tuttavia, sul top di gamma Leon VZ si hanno di serie i sedili CupBucket, i quali sono forniti in abbinamento agli inserti in nero lucido.

Nella dotazione (optional), spicca anche il nuovo sistema audio Immersive by Sennheiser con 12 altoparlanti e un amplificatore da 390 W.

Nulla cambia in termini di capacità del bagagliaio: la Cupra ha una volumetria minima di 380 litri, che diventano circa 1.300 abbattendo la fila posteriore.

Guida

La motorizzazione ibrida plug-in è diventata ancora più interessante grazie al restyling. Ora, il 1.5 TSI a benzina è abbinato a una batteria più grande da 19,7 kWh (contro i 12,8 kWh del modello precedente), che consente fino a 120 km in elettrico. Inoltre, si può ricaricare in corrente continua fino a 50 kW, per fare il "pieno" di energia in meno di mezz'ora.

Di sicuro, l'aumento dell'autonomia (che è praticamente raddoppiata) permette alla Cupra di essere attraente per un maggior numero di automobilisti, anche chi viaggia spesso tra i paesini di provincia o deve percorrere spesso delle brevi tratte autostradali.

Soprattutto chi ha la possibilità di ricaricare spesso l'auto a casa (e magari ha pure un impianto fotovoltaico) ha sicuramente un bel vantaggio in termini di costi di mantenimento.

Cupra Leon ibrida plug-in restyling, la prova di Motor1.com

Cupra Leon ibrida plug-in restyling, la prova di Motor1.com

Ma al di là del capitolo legato ai consumi, la Leon ha numeri da hot hatch vera, coi 272 CV (+27 CV rispetto al modello pre-restyling) che consentono un'accelerazione 0-100 km/h intorno ai 7,1 secondi. Una spinta che si sente tutta soprattutto nelle modalità Cupra e Sport, a patto di accettare un consumo più rilevante della batteria, visto che in queste impostazioni l'auto tiene sempre "pronto" il motore elettrico. 

A proposito di consumi, in un percorso misto di circa 60 km tra autostrada e strade extraurbane abbiamo rilevato 3,8 l/100 km e 10,5 kWh/100 km, senza disdegnare qualche ripresa "briosa" per mettere alla prova la prontezza della vettura.

La Leon sa farsi valere tra le curve, con un assetto preciso e una risposta rapida nei cambi di direzione, senza dimenticare che la modalità Individual vi permette di costruire su misura l'assetto agendo sulle impostazioni di sterzo, sospensioni e acceleratore, oltre a modificare il sound riprodotto all'interno dell'abitacolo (nelle configurazioni Comfort, Performance e Cupra). 

A tutto ciò si aggiunge la comodità dei sedili, i cui fianchetti sporgenti sanno contenere bene gli occupanti anche durante la guida più briosa.

Prezzi

Al momento, Cupra ha annunciato il listino esclusivamente per le versioni 1.5 TSI a benzina (non elettrificata) da 150 CV e 2.0 TDI da 150 CV. Nel primo caso, si parte da 36.000 euro, mentre la seconda ha un prezzo d’attacco di 37.100 euro.

Se si sceglie la versione Sportstourer bisogna considerare un sovrapprezzo di 900 euro per il modello a benzina e di 750 euro per quella turbodiesel.

Fotogallery: Cupra Leon ibrida plug-in restyling, la prova di Motor1.com