Nonostante il brutto tempo annunciato per la settimana appena iniziata le previsioni del traffico per Pasqua 2024, stando a quanto comunicato dalla Polizia di Stato, vedono vari bollini rossi nei prossimi giorni, con traffico intenso lungo le principali strade e autostrade italiane.

Le prime criticità dovrebbero iniziare verso la sera di venerdì 29 marzo, quando buona parte degli italiani si metterà in viaggio per raggiungere luoghi di villeggiatura, e proseguire poi il sabato. Vediamo ora nel dettaglio le previsioni del traffico per il ponte di Pasqua 2024.

Si inizia venerdì

Come detto venerdì 29 sarà il primo giorno da bollino rosso, concentrato nel pomeriggio/sera mentre la mattina le previsioni danno traffico intenso in direzione delle località di villeggiatura. Bollino rosso anche per la mattina di sabato 30 marzo, con la situazione in leggero miglioramento (bollino giallo) verso sera.

Per il giorno di Pasqua la mattina sarà segnata da traffico intenso, per poi avere una normalizzazione del traffico tra il pomeriggio e la sera.

Come al solito il giorno di Pasquetta (lunedì 1° aprile) strade e autostrade vedranno nuovamente gli italiani rimettersi in viaggio, con bollino giallo la mattina e rosso la sera. Stessa situazione per martedì 2 aprile, con traffico intenso e poi con possibili criticità, questa volta però verso i grandi centri urbani per il "mini" contro esodo.

Da segnalare il blocco della circolazione dei mezzi pesanti (superiori alle 7,5 tonnellate) dal primo pomeriggio del 29 marzo fino alle 14.00 del 2 aprile.

Scarica il calendario delle previsioni traffico per Pasqua 2024

Dotazioni invernali

Bisogna ricordare che fino al 15 aprile sarà in vigore l'obbligo di gomme invernali o catene da neve / calze da neve a bordo su alcune strade e autostrade italiane. Verificate di essere a norma prima di partire per evitare di incappare in sanzioni e rischiare di infilarvi in situazioni a rischio a causa del maltempo. prima di delle dotazioni invernali, dunque di gomme termiche o quattro stagioni oppure di catene o calze da neve omologate e adatti alla misura degli pneumatici riportata sul libretto.

Traffico, come rimanere informati

Ricordiamo che sugli oltre 1.400 km di tratte autostradali è attivo il sistema SICVe (erede del Tutor) per il monitoraggio della velocità media. Saranno accesi anche numerosi autovelox, la loro posizione è consultabile sul sito della Polizia di Stato o su app come Google Maps dove è anche possibile trovare un elenco dei cantieri attivi durante tutte le festività.

Come sempre la raccomandazione è quella di prestare la massima attenzione mentre si guida e di partire con l'auto messa a posto. Se ancora non lo avete fatto vi consigliamo di effettuare un check-up o meglio un tagliando, per assicurarsi che ogni cosa funzioni a dovere. Infine vi ricordiamo di controllare con anticipo i prezzi dei carburanti.

Una volta per strada poi ci sono numerosi modi per conoscere in tempo reale le condizioni del traffico:

  • Radio. Sulla frequenza 103.3 IsoRadio, il canale della Rai attivo 24 ore 24. IsoRadio può essere ascoltato anche tramite la radio digitale DAB, a patto che la zona percorsa sia raggiunta dal servizio. L'emittente RTL 102.5, sulla frequenza 102.5, effettua interventi straordinari nel caso di situazioni critiche. Altrimenti si collega con gli operatori del Centro Operativo di Viabilità di Autostrade per l'Italia.
  • Telefono. Il canale telefonico del CCISS (Centro di coordinamento informazioni sulla sicurezza stradale) è raggiungibile al numero verde gratuito 1518 (attivo 24 ore 24). L'operatore privato Autostrade per l'Itala ha istituito il numero a pagamento 840.04.21.21, attivo 24 ore su 24 e per 7 giorni alla settimana.
  • App. L'applicazione del CCISS è disponibile per smartphone Apple e Android. In alternativa si può scaricare MyWay di Autostrade per l'Italia, sempre per dispositivi Apple e Android. Eventualmente ci si può collegare al sito del CCISS o a quelli dei vari operatori privati, come ad esempio Autostrade per l'Italia o Autovie Venete. Di app per vedere il traffico lungo il nostro tragitto ce ne sono molte altre, compresi navigatori satellitari online completamente gratuiti.
  • Facebook e Twitter. Autostrade per l'Italia aggiorna regolarmente la sua pagina Facebook. Oppure si può seguire CCISS su Twitter tramite il profilo @cciss_ministero.
  • Televideo. Il Televideo RAI dedica pagine nazionali e regionali alla situazione della viabilità, a cura del CCISS Viaggiare Informati.