Piace bianca e potente, soprattutto ai quarantenni

In un mercato europeo in discesa, il Gruppo Fiat nel 2011 ha potuto consolarsi con la crescita del marchio Alfa Romeo, la cui quota di mercato in Europa è cresciuta dallo 0,8% all'1,% proprio grazie alla Giulietta (qui trovate la prova del cambio TCT) che ha centrato gli obiettivi di vendita fissati dal Lingotto per il 2011. Le quote di mercato della segmento C del Biscione rappresentano il 2,8% in Europa e il 14,5% in Italia e sono le più alte mai raggiunte da un'Alfa Romeo nel segmento delle compatte.

140.000 GIULIETTA

Nell'ultimo anno sono state immatricolate circa 80.000 vetture in Europa, di cui il 45%, ovvero 35.000 unità, in Italia. Dopo l'Italia, che rimane il primo mercato del marchio, i mercati esteri sui quali Giulietta ha fatto registrare i risultati migliori sono quelli francese (più di 9.200 vetture), inglese (più di 7.100 vetture) e tedesco (più di 6.300 vetture) e dal lancio, metà del 2010, le Giulietta ordinate in tutto il mondo sono state quasi 140.000.

ALFISTI, ZOCCOLO DURO

I clienti della Alfa Giulietta hanno sinora preferito gli allestimenti alti di gamma "Distinctive" e "Exclusive", che pesano circa il 90% del totale. Il colore più venduto è il "bianco ghiaccio", scelto dal 35% della clientela, mentre i classici rossi Alfa rappresentano circa il 16% del totale. Cambia anche il target, più ampio e diversificato che in passato: la vettura è stata preferita da clienti con un'età media di 40 anni e un'istruzione medio-alta e dalle donne per un 20%, mentre le famiglie (sensibili alla sicurezza: la Giulietta è la compatta col più alto punteggio finora testata dall'EuroNcap) rappresentano ben la metà degli acquirenti, rispetto alla media del segmento che è di un quinto. Questi ultimi due dati rappresentano un inversione di tendenza nel target Alfa Romeo.

COME PIACE

Per quanto riguarda le motorizzazioni, le vendite sono sbilanciate verso le versioni più potenti: ad esempio il 1.4 MultiAir 170 CV ha un mix di vendita del 15%. La motorizzazione in assoluto più venduta è la turbodiesel 1.6 MultiJet 105 CV, che ha fatto registrare il 35% sul totale delle vendite. In arrivo ci sono comunque due motorizzazioni che potenzialmente possono allargare la base del target: la 1.4 Turbo 105 CV e la 1.4 120 CV Turbo GPL, che debuttano insieme alle versioni con cambio automatico-sequenziale a doppia frizione Alfa TCT, abbinato alle motorizzazioni 1.4 TB MultiAir da 170 CV e 2.0 JTDM-2 da 170 CV. Dall'apertura degli ordini ad oggi, la richiesta del cambio automatico Alfa TCT sul totale delle vetture è del 15%. Con la nuova trasmissione a doppia frizione la Giulietta, assicurano in Fiat, "potrà competere anche sui mercati dominati dai cambi automatici come quello giapponese e quello australiano".

Alfa Romeo Giulietta: grandi ambizioni

Foto di: Fabio Gemelli