Fresco e sbarazzino, il SUV francese ha dettagli inusuali che lo rendono facilmente riconoscibile anche ad occhi chiusi

Indovinare una vettura del genere sarebbe difficile anche senza una benda a coprire gli occhi, perché i modelli in questa categoria sono molti e tutti simili fra loro: hanno dimensioni compatte, linee sbarazzine e un’altezza da terra superiore alla media. Immaginate allora di trovarvene davanti una. Cosa tocchereste ad occhi bendati per capire di quale modello si tratta? Tre nostri lettori lo hanno fatto e sono dovuti ricorrere agli altri 4 sensi (non potendo utilizzare la vista) per cercare di trovare qualche dettaglio utile a riconoscere la Citroen C3 Aircross, SUV compatto lungo 4,15 metri che arriva per ultimo nella categoria in cui si trovano le Nissan Juke e Peugeot 2008 ma si fa riconoscere grazie a stile e simpatia.

Tanta personalità e dettagli di carattere

 

Ad occhi liberi nessuno di loro avrebbe faticato a riconoscerla, per via delle luci anteriori integrate nel fregio cromato e della carrozzeria ispirata all’utilitaria C3, da cui la C3 Aircross riprende la meccanica di base ed i motori a 3 e 4 cilindri. Il SUV francese ha uno stile inconfondibile e dettagli molto personali, come la pellicola colorata nel vetro laterale in policarbonato e alcuni particolari della carrozzeria a contrasto: il tetto ad esempio si può avere di colore nero, arancio o bianco, ma in opzione sono disponibili anche pacchetti bicolore per gli specchietti, le barre al tetto e il profilo dei fari. Toccando la carrozzeria è più facile invece accorgersi degli archi passaruota molto bombati e del “gradino” alla base dei vetri laterali, che snellisce la sagoma laterale al pari del tetto rastremato verso il lunotto.

Il divano scorrevole è un plus per la categoria

 

L’interno della C3 Aircross non smentisce l’approccio scelto per la carrozzeria e si può avere anch’esso con rivestimenti bicolore, che aggiungono brio e personalità ad un ambiente già molto simpatico. Questo però i nostri tester non potevano notarlo. Per loro è stato più facile accorgersi del grande spazio interno, complice il divanetto scorrevole, un plus che offrono solo alcune vetture di questa categoria: la seduta va avanti o indietro di 15 cm e fa aumentare lo spazio per le ginocchia o per i bagagli. Le mani sono finite immancabilmente anche sulla seduta e lo schienale dei sedili, dotati di trame diverse a seconda dell’allestimento: ci sono quella a quadrettoni o quella ad ellissi.

Fotogallery: Citroen C3 Aircross, anche ad occhi bendati si vede la sua personalità