Nei piani anche le nuove generazioni di Elise ed Evora, grazie ai soldi messi sul piatto da Geely

Giusto qualche giorno fa si parlava di come la cura cinese abbia fatto solo che bene a Volvo, uscita ancora più forte dalla crisi grazie al passaggio da Ford a Geely, il colosso cinese da poco azionista di maggioranza di Daimler e proprietario (tra gli altri) anche del marchio Lotus. Proprio quest’ultimo sarebbe prossimo protagonista di una cura ricostituente che avrà come base la stessa ricetta vincente utilizzata per Volvo, ma declinata anche (e soprattutto) sulla sportività.

Si parte con le sportive

Dici Lotus e pensi alla Elise e proprio la piccola sportiva sarà uno dei primi passi per il rilancio del marchio, mantenendo fede alla propria filosofia: leggerezza estrema e prestazioni da sportiva di razza. Assieme a lei verrà rinnovata anche la Evora, sempre all’insegna delle prestazioni prima di tutto. Fino a qui nulla di particolarmente nuovo o sconvolgente, con il DNA Lotus mantenuto intatto. Però ormai, parafrasando Alberto Sordi “Ma ‘ndo vai se il SUV non ce l’hai?” Così anche la Casa fondata da Colin Chapman avrà il suo modello a ruote alte, del quale sono stati scovati alcuni bozzetti in rete.

Volvo come base

Proprio qui entra in scena Volvo con la sua piattaforma SPA, quella utilizzata (tra le altre) da XC60 e XC90. Una base leggera, come vuole la tradizione Lotus, pronta per l’elettrificazione e adatta a SUV di differenti taglie. Per partire il SUV firmato Lotus dovrebbe essere lungo circa 4,6 metri, come Alfa Romeo Stelvio e Porsche Macan. Proprio queste 2 dovrebbero essere prese di ispirazione per quanto riguarda le prestazioni. Se Volvo infatti punta maggiormente su eleganza e sicurezza, il brand inglese metterà l’accento sull’aspetto sportivo, nonostante i motori 4 cilindri. La piattaforma SPA infatti nasce per ospitare propulsori della famiglia Drive E ma, grazie all’ibridazione, si potranno raggiungere cavallerie importanti (la Volvo XC90 T8 supera i 400 CV). Parlando di look invece, a quanto mostrano i bozzetti, il SUV Lotus avrà forme da SUV/coupé con la parte posteriore particolarmente spiovente.