La casa tedesca punta sui modelli alti da terra e fissa gli (ambiziosi) obiettivi. Fra due anni il primo SUV elettrico

Fino al termine del 2016 c'erano due SUV nel listino della Volkswagen: Tiguan e Touareg. Da allora sono arrivati Tiguan Allspace e T-Roc, ma presto sarà in vendita il piccolo T-Cross e nel 2020 toccherà alla T-Roc Cabrio. Per la casa tedesca questi modelli non sono troppi, anzi, considerando che il responsabile delle vendite Jürgen Stackmann ha fissato obiettivi molto ambiziosi per le vetture alte da terra, che a partire dal 2025 dovranno costituire il 50% delle Volkswagen vendute nel mondo ogni anno.

Modelli specifici per i vari mercati

La casa tedesca, così come altri costruttori, sta puntando da tempo sui modelli alti da terra, vista la domanda sempre in crescita. Di conseguenza Volkswagen ha messo a punto una strategia molto articolata, che prevede l'arrivo di SUV diversi in funzione dell'area geografica, ad esempio in Europa ci saranno le più compatte T-Cross e T-Roc.

2019 VW T-Cross
Volkswagen T-Roc

Per il Brasile verrà lanciata una variante della T-Roc più spaziosa all'interno (ha l'interasse maggiorato) e negli Stati Uniti sono previsti modelli di medie e grandi dimensioni, a partire dalla grande Atlas (è lunga 5,04 metri).

L'elettrico ispirato alla I.D. Crozz

In questa strategia si inseriscono anche i SUV a batterie, già in programma, ma attesi a partire dal 2020: in quell'anno debutterà la variante di vendita del prototipo I.D. Crozz, un SUV lungo circa 4,65 metri basato sulla meccanica specifica per i nuovi modelli a zero emissioni. L'arrivo di tutti questi SUV non farà contenti solo gli azionisti, ma stando a quanto dichiarato da Stackmann permetterà alla casa tedesca di avere i fondi necessari per lavorare sui modelli a batterie e sulla guida autonoma.

Fotogallery: Volkswagen, i SUV di oggi e di domani