Il programma è valido anche in Italia solo per le Model S e Model X. Si risparmiano fino a 33 euro a "pieno"

E’ difficile star dietro agli annunci di Tesla, perché non passa mese senza che la casa californiana riveda i prezzi dei suoi modelli o annunci cambiamenti ai listini.

L’ultima novità interessa le Model S e Model X: per queste vetture ora tornano le ricariche gratuite illimitate ai Supercharger, le colonnine ad alta potenza installate in tutto il mondo (nel nostro Paese ce ne sono 32), che a partire da inizio 2017 erano state rese a pagamento. Il programma di ricariche gratuite è valido anche per l’Italia, ma potrebbe essere una misura temporanea, una delle tante a cui Tesla ci ha abituato.

A pagamento per "colpa" anche egli utenti

La novità ha sicuramente colto di sorpresa i proprietari delle Model S e Model X, perché l’anno scorso Tesla aveva messo fine al programma Free Unlimited Supercharging adducendo alcune motivazioni, fra cui la mancata sostenibilità economica dell’operazione e l’aumento dei comportamenti scorretti da parte degli automobilisti.

Ora però Tesla ha cambiato idea, e c’è chi dice che lo abbia fatto per risollevare le vendite delle Model S e Model X, i suoi modelli più redditizi da tempo però in calo. Fatichiamo però a credere che i clienti si lascino tentare dalle ricariche gratuite dopo aver speso almeno 88.000 euro per una Model S o Model X...

Un pieno costa anche più di 30 euro

A questo punto infatti viene da chiedersi quanto costa un “pieno” ai Supercharger italiani. A gennaio Tesla aveva aumentato il costo per kWh nelle sue stazioni di ricarica, portato nel nostro Paese da 0,24 a 0,33 euro: un pieno insomma può arrivare a superare i 33 euro.

Di conseguenza le ricariche gratuite si traducono in un bel risparmio per le tasche degli automobilisti, anche se non abbastanza per far preferire le Model S e Model X alla più economica Model 3, per la quale invece non sono previste le ricariche gratuite illimitate.