Batteria maggiorata, autonomia di 260 km e prezzo minore (in Germania) per l'edizione 2019 della citycar elettrica

La berlina ID.3 non è l’unica nuova Volkswagen elettrica presente al Salone di Francoforte. La casa tedesca presenta anche la rinnovata citycar e-up!, invariata nel look ma con batterie di capacità maggiore: il vecchio modello aveva accumulatori in grado di stoccare 18,7 kWh, mentre le pile dell’edizione rinnovata contengono 32,3 kWh.

Volkswagen e-up!

Basta un'ora per il pieno

Collegandole ad un impianto elettrico a corrente continua da 40 kW, il massimo supportato, servono circa 60 minuti dalla presa per caricarle da scariche all’80%, mentre da una presa casalinga vanno messe in conto ricariche di oltre 10 ore.

Volkswagen e-up!

La carica delle batterie si può gestire dall'applicazione per smartphone maps + more, che permette di avviare la ricarica, fermarla o programmarla ad un certo orario. Dal telefonino, inoltre, è possibile riscaldare o raffrescare l'abitacolo prima di entrarvi: un bel comfort nelle fredde mattine d'inverno o dopo aver lasciato l'auto al sole.

In Germania a meno di 18.000 euro

Le batterie della rinnovata e-up! alimentano un motore da 83 CV, lo stesso delle cugine Seat Mii electric e Skoda Citigo e iV, in grado di spingere la citycar tedesca fino alla velocità massima di 130 km/h e di assicurarle uno sprint da 0 a 100 km/h in 11,9 secondi. L’autonomia dichiarata può raggiungere i 260 km.

In attesa di conoscere il listino per l’Italia, Volkswagen ha anticipato che intende tagliare il prezzo della e-up! e offrire un canone di noleggio più vantaggioso: in Germania il prezzo base è di 21.975 euro, ma può raggiungere i 17.595 euro usufruendo degli incentivi previsti, ma è possibile anche noleggiarla a partire da 159 euro al mese.

Fotogallery: Volkswagen e-up! 2019