Parte da circa 80.000 il SUV medio tedesco posizionato tra la più tranquilla S e la cattiva Turbo da 440 CV

Al Salone di Francoforte era arrivata la più potente, quella con 440 CV a disposizione, oggi invece è il turno della Porsche Macan GTS, vale a dire la versione intermedia del SUV medio tedesco. Un modello che sfoggia il badge il cui significato è Gran Turismo Sport e che vede crescere potenza a 380 CV (+20 rispetto alla vecchia generazione) e coppia a 520 Nm (anche qui +20), spremuti dallo stesso V6 biturbo di 2,9 litri della Turbo.

Fotogallery: Porsche Macan GTS 2020

Più bassa

Un incremento di numeri che porta così la Macan GTS a passare da 0 a 100 km/h in 4,7” per poi fermarsi solamente una volta raggiunti i 261 km/h, per un consumo medio – secondo il ciclo NEDC – di 9,6 km/l. Numeri che si accompagnano a specifiche tecniche “classiche”, come la trazione integrale e il solo cambio PDK a doppia frizione come scelta.

Sono invece specifici per la GTS i settaggi dell’assetto, con un fine tuning del sistema PASM (Porsche Active Suspension Management), assieme a un ribassamento generale di 15 mm, ai quali si possono togliere altri 10 mm se si opta per le sospensioni pneumatiche. Dedicati sono anche i cerchi in lega da 20”, così come i dettagli della carrozzeria paraurti, spoiler posteriore e minigonne e altri particolari dell’abitacolo.

2020 Porsche Macan GTS

Frena meglio

Di serie la rinnovata Porsche Macan GTS monta un impianto frenante con dischi da 360 mm all’anteriore e 330 mm al posteriore, ma in opzione si possono avere l’impianto PSCB con superficie in carburo di tungsteno (che ha debuttato sulla Cayenne) o il PCCB con dischi carboceramici.

Altri optional disponibili sono il classico Sport Chrono, che include Launch Control, vari sistemi di assistenza alla guida e diversi tipi di rivestimenti per l’abitacolo. Il prezzo di listino della nuova Porsche Macan GTS parte da circa 80.000 euro con commercializzazione prevista con l’inizio del 2020.