Il tuner tedesco ha elaborato il 6 cilindri in linea bavarese raggiungendo i 700 Nm di coppia. Nessun problema per il cambio automatico

Il tuner tedesco AC Schnitzer si è messo di nuovo all'opera per migliorare un'altra BMW. Dopo aver portato a quota 400 CV l'M340i Touring, la Z4 M40i e la Toyota Supra, è ora il turno del SUV medio X3 M. Questa volta però l'officina non si è concentrata sulla versione M40i, bensì sulla vera versione M, anche in allestimento Competition, ed il risultato è impressionante.

La potenza ricavata, per la versione più corsaiola, è di 600 CV e 700 Nm di coppia, una prima assoluta per il segmento, pensando che la Mercedes-AMG GLC 63 S, che detiene il record dei SUV medi al Nurburgring, arriva ad "appena" 510 CV, proprio come la X3 M Competition di serie.

Fotogallery: BMW X3 M Competition AC Schnitzer

6 cilindri in linea

Il motore è il 6 cilindri in linea BMW che abbiamo già visto sugli altri modelli Competition della Casa. Infatti non si tratta del B58, bensì della sua evoluzione S58 twin scroll turbo.

La trazione è l'integrale xDrive M e il cambio è il solido automatico a convertitore di coppia ZF ad 8 rapporti in grado di sostenere anche gli 800 Nm di coppia della nuova Audi RS6 Avant. Non dovrebbe quindi avere nessun problema a gestire i 700 Nm erogati dal 6 cilindri in linea BMW.

Non solo potenza

L'aumento di prestazioni ha necessitato anche un miglioramento a livello di assetto e gruppo ruote. L'altezza da terra è stata diminuita di 20 mm all'anteriore e 25 mm al posteriore grazie ad un kit di molle specifico. Sono stati inoltre omologati degli pneumatici più larghi, anch'essi necessari a scaricare correttamente tutti i 700 Nm di coppia a terra.

Si tratta di gomme con misura 265/35 all'anteriore e 275/35 al posteriore da 22 pollici, montate su cerchi alleggeriti forgiati con canale da 9J, progettati appositamente per diminuire le "masse sospese" e garantire un migliore handling.