La copertura è migliorata e anche le indicazioni sul percorso sono più dettagliate

Gli Stati Uniti sono il primo Paese al mondo in cui è possibile utilizzare la nuova versione di Apple Maps, l’app rivale di Google Maps per la navigazione a piedi, in auto o con i mezzi pubblici (in Europa arriveranno nel 2020).

A cambiare, come si nota dalla foto in basso, è la grafica stessa delle mappe, che diventa più fitta e racchiude una maggiore quantità di informazioni e dettagli: in questo modo, stando a quanto annunciato da Apple, diventa più semplice trovare l’indirizzo corretto o svoltare nella strada giusta.

Apple Maps cambia per il 2020

Per sentirsi nella strada

Debutta inoltre la visualizzazione Look Around (foto sotto), riservata per il momento a Houston, Las Vegas, Los Angeles, New York, la zona della baia di San Francisco e l’isola di Oahu, nelle Hawaii: attivandola, come in Google Street View, si aprono delle mappe in 3D dove il punto di osservazione è all’altezza della strada.

E’ stata aggiunta inoltre la sezione Collections, in cui salvare ristoranti, luoghi da vedere o negozi in previsione di un viaggio futuro.

Apple Maps cambia per il 2020

Un aiuto per i ritardatari

Apple ha migliorato inoltre le indicazioni vocali sul percorso da seguire, che diventano più semplici da comprendere, e reso più affidabili i dati in tempo reale per i mezzi pubblici, che indicano il tempo rimanente al passaggio di un bus o la prossima corsa di un treno.

Con la nuova versione di Apple Maps è possibile inoltre condividere con i propri contatti il tempo d’arrivo stimato, che si aggiorna in caso di imprevisti ritardi. Migliora inoltre la precisione della mappe in grandi luoghi al coperto, come aeroporti o centri commerciali.

Fotogallery: Apple Maps cambia per il 2020