Prodotta a Melfi, al fianco di Jeep Renegade e Fiat 500X, sarà disponibile anche in versione ibrida plug-in

La fabbrica FCA di Melfi sta diventando ormai una sorta di provincia degli Stati Uniti. Dopo aver ospitato infatti la prima Jeep assemblata al di fuori degli States (la Renegade) ora lo stabilimento lucano ha iniziato a sfornare anche la Jeep Compass.

Si tratta della versione aggiornata del SUV compatto del Gruppo, con nuovo infotainment e – soprattutto – nuove motorizzazioni, tra le quali spiccano il 1.3 turbo benzina da 130 o 150 CV e l’ibrido plug-in, denominato 4xe, da 190 o 240 CV. La rinnovata Compass è già ordinabile a un prezzo di partenza fissato a 28.750

Anteriore o integrale

Proprio le versioni con motore benzina – il già citato 1.3 turbo benzina – affiancato da un elettrico GKN ed elettrico saranno quelle disponibili con schema a trazione integrale. La percorrenza nella sola modalità elettrica è di 50 km, grazie alle batterie (firmate LG) agli ioni di litio ricaricabili in meno 2 di ore. Una motorizzazione con prezzo fissato a 45.900 per l’allestimento speciale First Edition.

Jeep Compass
Jeep Compass

Saranno invece a trazione anteriore le Jeep Compass mosse dal solo 1.3 turbo benzina, abbinato al cambio manuale 6 marce nella versione da 130 CV e all’automatico doppia frizione in versione da 150 CV. Si tratta di una prima volta assoluta per la Compass, che in passato alla trasmissione automatica ha sempre abbinato la trazione integrale.

Ci sarà anche una motorizzazione diesel: il 1.6 MultijetII da 120 CV e 320 Nm di coppia, abbinato al cambio manuale a 6 marce.

Le novità sotto pelle della Compass assemblata in Italia continuano con sterzo ritarato, per maggior leggerezza e progressività, assieme all’assetto irrigidito (ma sempre improntato al comfort) tramite nuovi ammortizzatori con valvole FSD (Frequency Selective Damping) per limitare il rollio.

Cosa c’è di nuovo

Al di là delle motorizzazioni la Jeep Compass “made in Melfi” beneficia di numerosi aggiornamenti tecnologici, primo tra tutti il rinnovato sistema di infotainment Uconnect, con monitor touch da 7 o 8,4” e numerose funzionalità aggiuntive racchiuse nel nome Uconnect Services.

Del pacchetto fanno parte:

  • My Assistant, con servi di assistenza in caso di incidente o emergenza,
  • My Car, per tenere sotto controllo lo stato di salute dell’auto.
  • My Remote, per aprire/chiudere le porte, accendere le luci e trovare il veicolo la propria Compass
  • My Navigation, solo per infotainment con monitor da 8,4”, per inviare la destinazione di viaggio dallo smartphone all’auto, avere informazioni su traffico, condizioni meteo e tanto altro

Le novità sono anche estetiche, con 5 nuove tinte per la carrozzeria, cappelliera ridisegnata e cerchi in lega lucidi con misura fino a 19”.

Fotogallery: Jeep Compass, quella fatta in Italia (e ibrida)