La Casa francese starebbe pensando di rivedere la propria gamma, con tagli a modelli ormai non più nel cuore del mercato

La Renault Espace è stata un’auto fondamentale per la Casa francese, la prima monovolume con passaporto europeo capace di conquistare il cuore di milioni di automobilisti, generazione dopo generazione. I tempi però cambiano e l’ultima incarnazione della Espace, nel frattempo trasformatasi in crossover, non ha raccolto i frutti sperati. E per lei sembra avvicinarsi il momento della pensione.

Almeno così trapela dai piani alti della Casa francese che, secondo numerosi rumors e dichiarazioni riportate in primis da Reuters, sarebbe pronta a dire addio non solo alla Espace ma anche a Scenic e Talisman. Modelli ormi lontani dal gusto degli automobilisti, famelici di SUV, e in procinto quindi di uscire definitivamente dal listino.

Rimangono i SUV

Si andrebbe così verso una riduzione di modelli all’interno della Casa francese, prossima a dare il benvenuto al neo CEO Luca De Meo, favorendo SUV e crossover, oltre alla bestseller Clio e altri pochi modelli in grado di generare profitto.

Renault Talisman restyling (2020)
Renault Espace restyling (2020)

Bisogna però sottolineare come nessuna decisione sia ancora stata presa, anche se più fonti autorevoli come Reuters riportano virgolettati di anonimi manager di Renault intenti a recitare il de profundis per Espace, Scenic e Talisman.

Un addio che potrebbe essere formalizzato già il prossimo 28 maggio, quando l’Alleanza Renault – Nissan presenterà il proprio piano industriale per i prossimi anni. Piano che potrebbe riguardare anche una nuova distribuzione di modelli all’interno delle fabbriche europee, con Renault Captur e Kadjar pronte a traslocare nello stabilimento inglese di Sunderland, dove vengono prodotte le Nissan Qashqai e Juke, basate sui pianali delle “cugine” francesi.

Nuova Renault Zoe 2019
Renault City K-ZE

Ci dovrebbe poi essere sempre più spazio per l’elettrificazione, con motorizzazioni ibride e 100% elettriche, come ad esempio la City K-ZE pronta a sbarcare in Europa. Un piccolo SUV a emissioni zero che, a livello di prezzo, si posizionerà al di sotto della Zoe.

Razionalizzare

Sarà questa la parola d’ordine, con sempre più condivisione di tecnologie e piattaforme (come fatto dal ad esempio da PSA e Volkswagen) per contenere i costi e riuscire a lanciare nuovi modelli.

Una razionalizzazione che - sempre secondo quanto riportato dalla Reuters e Automotive News - riguarderà anche Nissan, con un piano di revisione della propria gamma che taglierà modelli non più in grado di portare a casa margini. Così l’erede della Nissan 370Z, vista poche giorni fa durante alcuni test, potrebbe non arrivare più o essere dedicata solo a pochi e selezionati mercati, tagliando fuori l'Europa. E con lei anche la gloriosa GT-R.