Dallo stile al numero di monitor in abitacolo, l’ammiraglia della Stella è – quasi – senza segreti

Anche se la popolarità delle berline ha subito un duro colpo a causa della continua ascesa dei SUV, le Case auto premium non possono rinunciarvi così, come se nulla fossa. Questo perché al mondo c’è ancora chi le berline di rappresentanza le ama e non vuole farne a meno.

E tra le berline di lusso non si può non citare la Mercedes Classe S, la stella della Stella ormai pronta a debuttare con la nuova generazione. Di indizi e informazioni ne sono stati rilasciati numerosi negli ultimi tempi, noi qui di seguito vogliamo fare un super riassunto.

Cos’è

È la quintessenza dell’essere un’ammiraglia. È in circolazione da decenni, durante i quali ha introdotto molte innovazioni in settori che vanno dal comfort alla sicurezza, passando per prestazioni e tecnologia. La W223 seguirà la stessa strada, anticipando nuove soluzioni che nei prossimi anni verranno adottate anche dal resto della gamma.

2021 Mercedes Classe S spia colpo
2021 Foto spia Mercedes Classe S vista laterale

Basata sulla piattaforma MRA di seconda generazione, la nuova Mercedes Classe S sarà disponibile – come da tradizione – in versione passo standard, lungo ed extra lungo. La prima avrà un passo di 3,10 metri, la terza si porterà a 3,21. E se siete preoccupati per la manovrabilità tranquilli, ci sarà l’asse posteriore sterzante. E sarà anche più leggera, grazie al massiccio uso di alluminio.

Per quanto riguarda le versioni, la Classe S sarà marchiata Mercedes, AMG, Guard, Maybach e Pullman. Non ci saranno invece le Classe S Coupé e Cabrio, sostituite dalle prossime generazioni di AMG GT Coupé ed SL.

Come sarà lo stile

Di generazione in generazione i designer Mercedes non hanno mai veramente rivoluzionato lo stile dell’ammiraglia di Stoccarda, e lo stesso succederà con la W223. La carrozzeria manterrà bene o male lo stesso stile, a parte le luci posteriori posizionate orizzontalmente e le maniglie “affogate” nella carrozzeria.

2021 Foto spia Mercedes Classe S con corpo di produzione

Un particolare questo, assieme ad altre soluzioni più nascoste, che hanno permesso alla Casa di creare la berlina più aerodinamicamente efficiente del proprio segmento, con un coefficiente di resistenza aerodinamica di appena 0,22.

All’interno sarà invece una storia completamente nuova, specialmente nella plancia. Ci saranno al massimo di 5 monitor. L'attrazione principale sarà il touchscreen da 12,8 pollici montato sulla console centrale, mentre l’head-up con realtà aumentata rappresenterà una novità assoluta per il settore.

Nuova Mercedes Classe S, sistema My MBUX

Considerando le misure del passo, ci si aspetta uno spazio stellare per le gambe dei passeggeri posteriori, con –sulle versioni più ricche – 2 poltrone singole al posto del classico divanetto a 3 posti. In questo caso però dobbiamo aspettare il 12 agosto, quando Mercedes dovrebbe svelare novità riguardanti proprio lo spazio a bordo.

Fotogallery: Nuova Mercedes Classe S, sistema My MBUX

Che motori avrà

Praticamente tutto quello che potrebbe venirvi in mente. Dai piccoli motori a 4 cilindri al maestoso V12 – riservato alla Maybach e accoppiato per la prima volta alla trazione integrale – passando per 6 cilindri e i V8.

Naturalmente l’elettrificazione giocherà un ruolo importante: una variante ibrida plug-in, chiamata S580e, è già stata annunciata e monterà il 3.0 turbo affiancato da un elettrico e un pacco batteria da 31.2kWh, per un'autonomia in modalità 100% elettrica di circa 100 km. Secondo i primi rumors la potenza totale sarà di 503 cavalli.

Ci sarà anche la 63 AMG col V8 biturbo, probabilmente almeno in versione da 612 CV, mentre la 65 AMG non sarà della partita. Non ci sarà nemmeno la versione elettrica, motorizzazione riservata alla Mercedes EQS da (si dice) 700 km di autonomia.

Nuova Mercedes Classe S, anticipazioni di stile e tecnologia
Nuova Mercedes Classe S, anticipazioni di stile e tecnologia

Dove verrà costruita

“Nella fabbrica auto più moderna del mondo”. Con queste parole Mercedes descrive il suo nuovo stabilimento – chiamato Factory 56 – a Sindelfingen, in Germania. Una fabbrica da 220.000 metri quadrati che produrrà sia la nuova Mercedes Classe S, sia altri modelli di fascia alta. Compresa l’elettrica EQS.

Quanto costerà

Ottima domanda. Probabilmente il listino deve ancora essere discusso a fondo dal marketing Mercedes ma, visto l’alto tasso di innovazioni, è facile immaginare un prezzo d’attacco superiore rispetto ai 98.000 circa chiesti attualmente per la Classe S base.

Quando verrà presentata

Segnate la data: 2 settembre. Un debutto senza saloni dell’auto ma dedicato esclusivamente a lei, da capire se in forma virtuale o alla presenza della stampa.