Un suggestivo video celebra l'esclusiva versione più estrema della berlina del Biscione, tra omaggi al passato e innovazione

A pochi giorni del video realizzato per i 106 anni di storia di Maserati, un altro brand italiano festeggia la sua tradizione con un filmato che unisce passato e futuro. Per Alfa Romeo, questo 2020 è stato segnato dal compimento dei 110 anni dalla fondazione, ricorrenza festeggiata un po' ovunque (inclusi i raduni alle fiere di auto classiche di Milano e Padova) ed ora, arriva quello che ha tutta l'aria del sigillo conclusivo.

La protagonista è la Giulia GTA, un modello speciale speciale basato sulla Quadrifoglio e prodotto in soli 500 esemplari nelle varianti GTA  e GTAm, (con allestimento da pista anche se omologata per circolare su strada), ma anche un omaggio ad una delle più significative auto della storia del Biscione, quella Giulia GTA del 1965, preparata da Autodelta su base Giulia Sprint GT, ricordata come una delle Alfa più vincenti.

Tre voci nel coro

Il racconto che accompagna le immagini di ieri e di oggi ha le voci di tre responsabili del progetto, il capo di Alfa Romeo Arnaud Leclerc, il direttore del design Klaus Busse e il capo dell'area marketing prodotto Fabio Migliavacca, che svelano alcuni retroscena circa la berlina sportiva dalle performance più estreme mai realizzata da questa Casa.

Dai disegni preparatori alla allo sviluppo tecnico fino ai collaudi su strada, il video di quasi 8 minuti intervalla, come in quello di Maserati, immagini attuali con spezzoni d'epoca in bianco e nero e a colori.

Sottolineando l'importanza della collaborazione Sauber, il team di F1 di cui Alfa Romeo è Partner dal 2018 e a cui ha affidato la realizzazione delle parti aerodinamiche in carbonio come il paraurti, le minigonne laterali, l’estrattore, lo spoiler GTA e l’aerowing GTAm.

Fotogallery: Alfa Romeo Giulia GTA, i test in pista con Raikkonen e Giovinazzi