Annunciata per la prima volta al CES di Las Vegas lo scorso gennaio, la nuova generazione di BMW iDrive segue 20 anni di evoluzione dell'interfaccia utente che ha caratterizzato, iniziando dalla Serie 7 E65, i modelli della Casa bavarese e segue la trasformazione digitale non soltanto dei veicoli ma anche delle nostre vite.

La nuova versione del sistema operativo è diventata un partner digitale, intelligente e in grado di reagire in modo più naturale, quasi predittivo, alle necessità del conducente e degli occupanti. Il suo esordio avverrà entro la fine dell'anno sulla iX e a seguire sulla i4

Sistema Operativo 8

Alla base dell'interfaccia utente unificata ci sono il nuovo BMW Operating System 8 e un nuovo display, sistemi di controllo e software con connettività ed elaborazione dati estremamente potenti. Il nuovo Intelligent Personal Assistant può adattarsi alle esigenze e alle routine individuali del guidatore nonché alle situazioni particolari di ogni giorno.

BMW iX
BMW iX
BMW i4 Test meteo freddo
BMW i4, foto spia

L'interazione avviene tramite il dialogo, che utilizza un linguaggio naturale, e l'attivazione tattile attraverso il nuovo display a superficie ellittica. In più, c'è la funzione “Great Entrance Moments”, che aggiunge un tocco di emotività al rapporto tra guidatore e veicolo, accogliendo il primo al momento dell'ingresso a bordo con una specifica coreografia di luci e suoni.

Conosce le abitudini, ma sa improvvisare

Un effetto simile è garantito dai My Modes, le configurazioni video-audio che permettono di creare atmosfere particolari a seconda della situazione di marcia e quadi intuendo lo stato d'animo del conducente. La varietà di queste reazioni è ottenuta grazie alla connettività avanzata che permette di ricavare informazioni online dalla flotta di veicoli del BMW Group connessi per aumentare il bagaglio di conoscenze del sistema tramite esperienze indirette.

Il sistema riconosce le situazioni ripetitive, apprende da esse e offre suggerimenti su come attivare le varie funzioni di bordo di conseguenza. L'aggiornamento del software remoto consente poi di avere costanti implementi e funzioni aggiuntive e rimanere sempre "al passo".

Fotogallery: BMW iDrive 2021