Arriverà entro la fine dell'anno in due diversi step di potenza. Autonomia fino a 600 km

La BMW iX è stata presentata alla fine del 2020. Si tratta di un SUV completamente elettrico delle dimensioni di una X5, quindi se la vedrà direttamente con modelli già sul mercato come l'Audi e-tron, la Mercedes EQC e la Tesla Model X.

Si tratta di un'auto molto importante per BMW, un modello innovativo, pensato e progettato da zero e farcito di tecnologie, tra cui il nuovissimo sistema di infotainment iDrive di ottava generazione e l'ultima evoluzione del motore elettrico eDrive. Con l'ultimo comunicato stampa sono stati rilasciati più dettagli.

Due versioni al lancio

L'arrivo sul mercato è previsto per la fine del 2021 e, al lancio, la iX potrà essere scelta in due diverse motorizzazioni identificate dalle sigle iX xDrive50 e iX xDrive40.

bmw-ix

I prototipi stanno ancora svolgendo gli ultimi test di rito, motivo per cui i dati rilasciati che si possono leggere qui sotto sono da prendere con le pinze. Non sono definitivi e potrebbero subire qualche variazione. In linea generale, però, non dovrebbero discostarsi di molto.

  iX xDrive40 iX xDrive50
Potenza 240 kW 370 kW
Accelerazione 0-100 km/h 5,0 sec 6,0 sec
Batteria 70 kWh 100 kWh
Autonomia 400 km 600 km
Consumo 20 kWh/100 km 21 kWh/100 km
Potenza massima di ricarica (DC) 150 kW 200 kW
Potenza massima di ricarica (AC) 11 kW 11 kW
Prezzo da 77.300 Euro da 98.000 Euro

Il confronto diretto con le rivali

Il prezzo base dovrebbe oscillare intorno ai 77.300 euro, più o meno come una X5 di pari potenza, e molto vicino ai circa 78.000 di partenza necessari per una Mercedes EQC con una batteria da 80 kWh (460 km di autonomia) e una potenza di 300 kW (408 CV).

BMW iX

L'Audi e-tron ha un prezzo d'attacco leggermente più basso, intorno ai 73.000 euro, ma ha solo 230 kW (313 CV) di potenza, mentre per la più potente 55 e-tron da 265 kW (360 CV) ce ne vogliono circa 85.000.

Sul piano dell'autonomia, BMW sbaraglia la concorrenza dato che la iX xDrive50 dichiara fino a 600 km, con Audi e Mercedes che rimangono ben al di sotto dei 500. Per raggiungere tali livelli bisogna guardare a Tesla che tocca i 580. Come prezzo siamo lì dato che anche lei supera quota 100 mila euro.

BMW iX

Consuma poco grazie all'aerodinamica

BMW spiega una tale autonomia non tanto grazie alla dimensione della batteria, ma al basso consumo energetico che si attesterebbe intorno ai 20 o 21 kWh/100, significativamente inferiore rispetto a quello dichiarato da Audi e Mercedes. Motore elettrico, cambio e la maggior parte degli elementi elettronici sono stati posizionati vicini per ridurre al minimo la dispersione; inoltre, secondo BMW, la buona aerodinamica e il peso contenuto riducono drasticamente il consumo di energia.

BMW iX

Non si conoscono dettagli sulla bilancia, ma conosciamo il coefficiente di penetrazione aerodinamico che, effettivamente, è basso: a 0,25, meno delle più piccole Volkswagen ID.4 (0,28) e Nissan Ariya (0,30), ma più della Tesla Model Y (0,23).

Motori elettrici insoliti

È sorprendente come, sotto il cofano, non vengano utilizzati motori PSM (a magneti permanenti) o ASM (motori asincroni) come nel caso di altre auto elettriche potenti, ma motori sincroni (FSM). Il motivo? Le materie prime utilizzate dato che le unità FSM non contengono magneti permanenti e non sono necessarie Terre Rare per la produzione.

Le unità FSM sono anche più economiche e per questo motivo vengono spesso utilizzate su auto di piccole dimensioni come, per esempio, la Renault Zoe o la smart. Lo svantaggio è solitamente una prestazione inferiore, cosa che però non vale per la iX dato che dichiara uno scatto nello 0-100 tra i 5 e i 6 secondi.

La BMW più ecosostenibile della storia

BMW tiene a specificare che si tratta del veicolo più sostenibile che abbiano mai costruito. Qui la nota:

"L'estrazione delle materie prime viene attentamente monitorata, con l'energia elettrica utilizzata nel processo produttivo che proviene esclusivamente da fonti rinnovabili. Tutta la macchina, inoltre, conta una quota straordinariamente elevata di materiali riciclati. Il litio, materia prima fondamentale per la produzione delle batterie, viene fornito da BMW Group direttamente ai produttori per garantire la completa trasparenza sull'origine delle materie prime".

Fotogallery: BMW iX