Per evitare la confusione abbiamo chiesto alla Polizia di Stato

Tiene banco la questione lavaggio auto in zona rossa. Ne abbiamo parlato pochi giorni fa in un articolo spiegando perché non si può andare a lavare la macchina senza un motivo comprovato dall'autocertificazione ma, a riguardo, continua ad esserci ancora molta confusione.

Con un comunicato di martedì 16 marzo, Federlavaggi sembra aver preso una posizione diversa dalla nostra; ma non è così dato che, in altre parole, viene detta la stessa cosa. Presi dal dubbio e per trasparenza nei confronti dei lettori, abbiamo chiesto chiarimenti a Federlavaggi - che ancora non ci ha risposto - e alla Polizia di Stato di Roma del Commissariato San Paolo, del Commissariato Cristoforo Colombo, del Commissariato Flaminio Nuovo e del Commissariato Trastevere e, tutti, ci hanno dato la stessa risposta. Ecco quando si può uscire per lavare la macchina in zona rossa.

I lavaggi possono rimanere aperti nelle zone rosse?

Sì, gli autolavaggi possono rimanere aperti nelle zone rosse

Quando posso uscire per lavare la macchina

Si può uscire per lavare la macchina solo se, il veicolo, viene utilizzato per spostamenti di lavoro, motivi di salute o necessità. Tassisti, NCC, operatori sanitari e tutti coloro che utilizzano l'auto come mezzo di lavoro, quindi, hanno il permesso di portare la propria auto a lavare, a patto che ci si rechi in un autolavaggio compreso nel tragitto oggetto delle comprovate esigenze.

Ma cosa vuol dire "motivi di necessità"? Chi va a fare la spesa, dal tabaccaio o a comprare il giornale e viaggia su un'auto sporca, ha il diritto di fermarsi per lavarla perché tutti questi motivi sono consentiti dalla legge e comprovati dall'autocertificazione. Come riporta Federlavaggi: 

"Nel pieno rispetto delle regole di distanziamento sociale e della sanificazione degli ambienti, sarà possibile recarsi negli autolavaggi a patto di scegliere quello più vicino alla propria residenza o compreso nel tragitto oggetto delle comprovate esigenze (es. casa-lavoro)".

Quando NON posso uscire per lavare la macchina

Non si può andare a lavare la macchina solo per il gusto di lavarla. Non si può uscire, andare all'autolavaggio e tornare a casa. In questo caso scatta la multa di 400 euro, con la cifra che scende a 280 se pagata entro cinque giorni.

Attenzione però, questa cosa può sembrare una questione di lana caprina ma non è così: abbiamo avuto segnalazioni infatti di numerosi verbali fatti ad automobilisti che non hanno avuto modo di dimostrare l'utilità del lavaggio.

A riguardo, si è espressa anche la Procura di Asti con una dichiarazione ai colleghi de La nuova provincia:

“Tale attività è certamente consentita – scrive il vice prefetto –. Secondo l’interpretazione più corretta, le attività raggruppate con il codice Ateco 45.2 sono consentite in quanto necessarie ad assicurare un servizio di assistenza a chi deve spostarsi per lavoro o altre necessità, per cui chi si sposta per esigenze lavorative autocertificate, quindi tassisti, operatori sanitari, lavoratori in genere deve poter lavare l’auto".

"L’esigenza di pulizia dell’autoveicolo - continua - può derivare, in astratto, anche da un uso del veicolo non correlato con le attività di lavoro, come nel caso di spostamenti per motivi di salute, per approvvigionarsi di generi alimentari o di altri beni di prima necessità. In tali casi non può essere negata la possibilità di igienizzare il proprio veicolo, tanto più in considerazione del fatto che la pulizia del veicolo, specie delle parti interne, nel rispetto dei protocolli di sicurezza degli operatori, non può che contenere la diffusione di agenti patogeni"