Concepita e realizzata interamente in Italia, ha un 5.2 V10 da 800 CV e un assetto derivato dalla Formula 1

Si avvicina il debutto della Pambuffetti PJ-01, la nuova supercar “Made in Italy”. Sviluppata in Umbria, la PJ-01 sta ultimando i collaudi in pista, il suo vero habitat naturale. La supercar, infatti, ha una tecnologia ripresa dalla Formula 1 con un assetto e abitacolo che s’ispirano alle monoposto a ruote scoperte.

Ecco quindi i primi passaggi in pista insieme al pilota Andrea Boldrini, ex campione italiano di Formula 3 nel 1996 che ha partecipato anche a numerose stagioni di Porsche SuperCup, Formula 3000 e FIA GT.

800 CV e assetto da corsa

La PJ-01 è la prima creazione della Pambuffetti, l’azienda fondata dall’imprenditore 45enne umbro Juri Pambuffetti. Lo studio sull’auto è partito nel 2017 ed è arrivato ormai alle fasi finali.

Come si diceva, la supercar cerca di emulare le sensazioni alla guida di una Formula 1, dal volante alla posizione di guida. In particolare, il volante è il centro di comando dalla vettura: qui si gestiscono le varie impostazioni dell’assetto (tra cui la taratura del controllo di trazione e dell’ABS) ed è estraibile grazie al quick release. L’abitacolo è realizzato in alluminio e carbonio, mentre la carrozzeria è interamente in carbonio.

Le sospensioni hanno un sistema push rod sulle 4 ruote e freni a disco ad alte prestazioni da 380 mm all’anteriore e 365 mm al posteriore.

Pambuffetti PJ-01

Il motore è un 5.2 V10 da 800 CV con cambio a sei rapporti elettroattuato ad innesti frontali, proprio come nelle auto da competizione.

Secondo Pambuffetti, la sofisticata aerodinamica sviluppa un carico aerodinamico di oltre 500 kg a 280 km/h, un valore straordinario per una vettura stradale.

Pambuffetti PJ-01

L’hypercar per il tragitto casa-ufficio

Il pilota Andrea Boldrini dà le sue sensazioni alla guida della supercar: “E’ una vettura perfetta in pista, ma che sa regalare sensazioni sorprendenti anche nell’uso stradale”, ha commentato Boldrini. “Nella guida di tutti i giorni si ha l’impressione di essere al volante di un’auto da corsa. Il sound del cambio da competizione, le reazioni dello sterzo e delle sospensioni sono incredibili”, ha aggiunto il pilota.

Pambuffetti PJ-01

La presentazione della prima creazione di Pambuffetti avverrà nel mese di giugno compatibilmente con le misure restrittive anti-Covid. Chissà come se la caverà in un confronto diretto con altre supercar da pista come Mercedes AMG One e Pagani Huayra R.

Fotogallery: Pambuffetti PJ-01