La Lamborghini Urus non è certamente una macchina economica, come testimonia il prezzo di partenza di poco superiore ai 200 mila euro. Mettendo mano agli optional, però, ci vuole un attivo a superare questa cifra anche di 50 o 60 mila euro, somma che poi cresce ancora di più se la si vuole personalizzare per poter avere una macchina diversa da qualsiasi altra.

Considerando la clientela particolarmente esigente, Lamborghini ha rilasciato una serie di accessori in fibra di carbonio per esterni e interni, acquistabili in fase di configurazione dell'auto o applicabili aftermarket.

Personalizzare ogni dettagli

Si parte da un accessorio quasi banale come il telo copriauto, questa volta però non in materiale sintetico o in tessuto ma... in fibra di carbonio, così da far capire a tutti di che auto si tratti anche senza rimuovere il telo. E l'elenco degli elementi in carbonio esterni è ancora lungo: si va dalle calotte degli specchietti ai dettagli sui paraurti anteriore e posteriore, dalle minigonne laterali allo spoiler. In più, possono essere aggiunti anche i tappi copridado dei cerchi, ovviamente sempre dello stesso materiale.

Fotogallery: Lamborghini Urus, i nuovi accessori in fibra di carbonio

Entrando in abitacolo, l'occhio cade subito sul battitacco in fibra di carbonio. Ed è solo l'inizio, dato che questo si ritrova a profusione anche sul cruscotto, sulla plancia, sulla consolle centrale e, aprendo il cofano, anche sulla copertura del gigantesco motore V8 da 4.0 litri da 650 CV.

Lamborghini non ha rilasciato il prezzo ufficiale degli accessori né attraverso un comunicato dedicato né nel video che potete vedere qui sotto caricato sul canale YouTube ufficiale della Casa.