La Bentley Flying Spur diventa ibrida plug-in, ma conserva lusso e potenza con 544 CV totali e 40 km di autonomia in modalità elettrica

Bentley ha iniziato la sua corsa all’elettrificazione che la porterà nel 2030 a diventare un brand 100% ad emissioni zero. Finora, però, la gamma comprendeva solo una versione elettrificata, ovvero la Bentayga Hybrid. Ora la Casa presenta la Flying Spur Hybrid, il secondo modello a batteria, nonché il più potente.

Il lusso non cambia

Dal punto di vista estetico non ci sono grandi cambiamenti rispetto alla versione V8. La Flying Spur Hybrid è offerta in 7 tinte base, ma sono disponibili altre 60 verniciature nel programma di personalizzazione Mulliner. Di serie, la Bentley monta cerchi in lega da 20”, mentre sono optional quelli da 21” o 22”.

Bentley Flying Spur Hybrid (2021)
Bentley Flying Spur Hybrid (2021)
Bentley Flying Spur Hybrid (2021)

Anche l’abitacolo rimane praticamente invariato. Gli unici “indizi” che fanno capire la natura ibrida dell’auto sono le nuove grafiche dedicate del quadro strumenti digitale e del sistema d’infotainment con touchscreen da 12,3”. Queste mostrano informazioni sullo stato della batteria, sull’autonomia e sulla pianificazione della ricarica.

Tanta potenza “green”

La Flying Spur ibrida è equipaggiata con un 2.9 V6 e con un motore elettrico che sprigionano complessivamente 544 CV e 750 Nm di coppia. Si tratta di 97 CV e 50 Nm in più rispetto alla Bentayga Hybrid. Anche le prestazioni di questa Bentley sono migliori con uno scatto 0-100 km/h di 4,3 secondi (mezzo secondo in meno rispetto al SUV) e una punta massima di 285 km/h.

L’unità elettrica è posizionata tra la trasmissione e il motore a benzina ed è alimentata da una batteria agli ioni di litio da 14,1 kWh. Questo propulsore produce da solo 136 CV e 400 Nm e può raggiungere il 100% della carica in due ore e mezza. Nella sola modalità elettrica, l’auto può percorrere circa 40 km (rilevati nel ciclo WLTP), mentre facendo lavorare entrambi i motori si arriva ad un’autonomia complessiva di 700 km.

Bentley Flying Spur Hybrid (2021)

La Flying Spur Hybrid ha tre modalità di guida: EV Drive, Hybrid e Hold. La prima è la configurazione predefinita e si affida esclusivamente al motore elettrico. Nella modalità Hybrid l’auto combina l’utilizzo dei due motori, mentre in Hold si può conservare l’autonomia della batteria per utilizzarla in seguito.

Gli ordini apriranno alla fine del mese di luglio, mentre le prime consegne avverranno entro la fine del 2021. Bentley non ha ancora comunicato ufficialmente i prezzi di listino della versione ibrida e dei vari accessori.

Fotogallery: Bentley Flying Spur Hybrid (2021)