Il Gran Premio d’Ungheria dello scorso weekend è stato davvero ricco di pathos. L’inaspettata vittoria di Esteban Ocon ha caratterizzato una gara densa di colpi di scena sin dal primo giro.

Le sorprese, però, non sono finite qui. Il giornalista Ted Kravitz di Sky Sports F1 UK ha fatto un giro nei parcheggi del paddock dell’Hungaroring per scoprire le auto con le quali i piloti si sono recati al circuito. Alcune sono piuttosto inaspettate.

Tra Aston Martin e Renault Espace

Come viene specificato all’inizio del servizio, non tutte le auto appartengono ai piloti. Alcune, infatti, sono state prese a noleggio esclusivamente per il weekend di gare. Nel video spiccano le Aston Martin DBS Superleggera e DBX guidate rispettivamente da Sebastian Vettel e Lance Stroll, piloti (com’è naturale che sia) del team Aston Martin.

 

Stile francese, invece, per i piloti dell’Alpine Esteban Ocon e Fernando Alonso. Il vincitore del GP ungherese utilizza una Alpine A110, la compatta tutto pepe da 292 CV. Insolita la scelta dell’ex campione del mondo con Renault. Alonso, infatti, si è presentato al circuito con una Renault Espace.

Ferrari e Alfa Romeo non possono mancare

Non passano certo inosservate le Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz. I due driver del Cavallino guidano una SF90 Stradale, l’hypercar ibrida da 1000 CV. Lewis Hamilton ha utilizzato il SUV elettrico Mercedes EQC, mentre Valtteri Bottas (sfortunato protagonista dei primi metri del Gran Premio) ha guidato una Mercedes GLE Coupé.

Motore e modello Honda per Max Verstappen, il quale si è messo al volante della Civic Type R da 320 CV. I piloti Alfa Romeo Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi, invece, si sono recati in Ungheria con le loro Stelvio e Giulia Quadrifoglio.