Sony, il colosso giapponese dell'elettronica, non abbandona i progetti sulla guida autonoma e sull’ingresso nel mondo dell'auto.

In un’intervista ad Automotive News, Izumi Kawanishi, il vicepresidente esecutivo della compagnia nipponica, ha fatto chiarezza sui piani del brand e sul possibile futuro del concept Vision-S.

Ancora in fase di sviluppo

La Vision-S, lo ricordiamo, è il prototipo di Sony mostrano al CES di Las Vegas nel 2020. Il manifesto della guida autonoma (e non solo) secondo il colosso giapponese è tornato a mostrarsi qualche mese fa con alcune foto spia scattate in un circuito chiuso al pubblico.

Kawanishi spiega le intenzioni di Sony:

“Al momento non abbiamo piani concreti sulla Vision-S. Siamo ancora in una fase di ricerca e sviluppo e dobbiamo capire come trasformare questo prototipo in un interessante prodotto per la mobilità del futuro”.

La Visions-S, quindi, sembra destinata a rimanere un laboratorio di idee ancora per tanto tempo. Il concept utilizza vari contenuti di Sony come il 360 Reality Audio System, uno speciale impianto audio che crea una sorta di “sfera sonora” per ogni passeggero, e la connessione 5G per collegarsi al Playstation Network.

Tecnologia per le terze parti

In aggiunta, Kawanishi ha anticipato che maggiori dettagli sul prototipo di Sony verranno svelati nel corso del prossimo CES di Las Vegas in programma dal 7 al 10 gennaio 2022.

Sony Vision S, le foto spia
Sony Vision S, le foto spia

Già da tempo il gigante della tecnologia aveva annunciato che la Vision-S non sarebbe stata destinata ai clienti. Il prototipo rappresenta una vetrina e una dimostrazione di ciò che Sony è capace di fare per l’automotive. Tante tecnologie, infatti, potrebbero essere acquistate e adottate da altri marchi.

Un esempio riguarda l’impianto audio 3D, dato che Sony ha realizzato una soluzione su misura per la Mahindra XUV700, l’erede della XUV500 che debutterà a livello globale il prossimo ottobre.

Fotogallery: Sony Vision S, le foto spia