Il record dell'ora più famoso è quello del ciclismo su pista, quella specialità in cui si sono cimentati, tra gli altri, anche Francesco Moser, Eddie Merckx e Miguel Indurain. Meno noto è invece il record dell'ora in auto, ovvero la massima distanza coperta da una vettura nell'arco di sessanta minuti.

Il record dell'ora certificato dall'Uci (Unione ciclistica internazionale) è stato stabilito nel 2019 dal belga Victor Campenaerts con una distanza di 55,089 km, mentre il primato riconosciuto dalla Fia (Federazione internazionale dell'automobile) risale al lontano 1980 ed è di una Volkswagen diesel con una percorrenza di 353,409 km con partenza da fermo.

353,409 km sulla pista di Nardò

Ma quale può essere quell'auto che riesce a tenere per un'intera ora una velocità media di oltre 353 km/h? La risposta è in un veicolo a quattro ruote costruito appositamente per la massima velocità ed efficienza, la Volkswagen ARVW (Aerodynamic Research Volkswagen) che il 18 ottobre 1980 riesce a ottenere questo record mondiale assoluto sulla pista pugliese di Nardò con i piloti Helmut Henzler e Keke Rosberg, padre di Nico Rosberg.

Volkswagen ARVW (1980)
Volkswagen ARVW (1980)

Come detto, una delle cose più sorprendenti è il fatto che l'ARVW è spinta da un unico motore turbodiesel da "appena" 175 CV. Per l'epoca si tratta comunque di una potenza elevatissima per la neonata tecnologia dei motori diesel con turbocompressore, ma il vero asso nella manica è la carrozzeria così bassa e profilata da garantire un Cx di appena 0,15 sulla Volkswagen più aerodinamica di sempre.

Semplicità, velocità ed efficienza

La Volkswagen ARVW resta ancora oggi un gioiello di semplicità, velocità, leggerezza ed efficienza, costruita su iniziativa del responsabile sviluppo Volkswagen di allora, Ernst Fiala con un team guidato dal designer Emil Pommer e che includeva Jürgen Nitz, Klaus-Rainer Deutenbach, Rolf Poltrock e Rudolf-Helmut Strozyk.

La squadra tedesca realizza una vettura monoposto lunga 5 metri, alta 0,83 metri e larga 1,09 metri per un peso complessivo di 800 kg. Il telaio in alluminio tubolare da 40 kg è rivestito da una sottile carrozzeria in fibra di vetro e carbonio, mentre l'assetto con ruote interamente carenate è adattato all'inclinazione dell'anello di Nardò. La sezione fontale di appena 0,73 metri quadri porta la resistenza aerodinamica a uno sbalorditivo SCx di 0,109 mq (qui alcuni esempi di SCx auto di oggi).

Volkswagen ARVW (1980)

Due alette anteriori regolabili servono a contrastare l'alleggerimento dell'avantreno e due pinne posteriori piazzate sulla coda lunga e tronca sono studiate per la stabilità direzionale. Una curiosità: l'auto fu costruita nelle officine della Badische Waggonfabrik Rastatt (BWR), la stessa azienda che aveva realizzato le versioni da record della "rivale" Mercedes C-111.

L'alba dei turbodiesel

Il cuore della Volkswagen ARVW è un motore diesel a sei cilindri in linea di 2,4 litri che pesa quasi 200 kg, lo stesso D24 montato allora sul veicolo commerciale Transporter LT. La differenza sostanziale rispetto al furgone è l'aggiunta del turbocompressore KKK da 2,6 bar al propulsore a gasolio a iniezione indiretta, un "boost" che fa salire la potenza dai 69 CV originari fino a quota 175 CV e 290 Nm.

Il cambio è un manuale a quattro marce dell'Audi 100, collegato alle ruote posteriori attraverso delle catene e senza differenziale. Le speciali gomme Pirelli hanno una misura di 195/50 R15.

Volkswagen ARVW (1980)
Volkswagen ARVW (1980)

Si tratta anche di un modo per migliorare l'immagine e le prestazioni del motore diesel, ancora legato a un'idea di motore lento e da camion. Ma anche di una trovata pubblicitaria per i nuovi turbodiesel pronti al debutto tra il 1981 e il 1982 su Audi 80, Volkswagen Golf, Jetta, Passat e Transporter.

Sorprendentemente bassi sono anche i consumi della Volkswagen ARVW, così riportati nel 1982 dalla rivista Popular Science: 3,3 l/100 km a 145 km/h, 6,1 l/100 km a 257 km/h e 13,6 l/100 a 346 km/h: confrontateli con la nostra classifica dei consumi reali! I serbatoi sono due, uno per il gasolio da 130 litri e uno da 60 litri per l'acqua di raffreddamento iniettata nel condotto di aspirazione davanti al turbocompressore.

Volkswagen ARVW, i record FIA

Tempo/Distanza Record Tipo di record
1 ora
(partenza da fermo)
353,409 km/h Assoluto
500 km
(partenza da fermo)
345,253 km/h Assoluto
1 km
(partenza lanciata)
344,496 km/h Internazionale
(Auto diesel con compressore, 2.000-3.000 cc)
1 miglio
(partenza lanciata)
346,089 km/h Internazionale
(Auto diesel con compressore, 2.000-3.000 cc)
100 km
(partenza da fermo)
338,880 km/h Internazionale
(Auto diesel con compressore, 2.000-3.000 cc)
100 miglia
(partenza da fermo)
347,264 km/h Internazionale
(Auto diesel con compressore, 2.000-3.000 cc)
500 km
(partenza da fermo)
345,253 km/h Internazionale
(Auto diesel con compressore, 2.000-3.000 cc)

Fotogallery: Volkswagen ARVW (1980)