Immaginate di essere appena usciti di casa per recarvi al lavoro. Imboccate la solita strada provinciale o tangenziale che percorrete ogni giorno e v’imbattete in questa astronave: la Devel Sixteen. Di sicuro, l’hypercar da oltre 5.000 CV (nella versione più estrema) non è passata inosservata nel traffico piemontese. Ma cosa ci fa l’auto più potente del mondo in Italia?

Laboratorio italiano

In fase di sviluppo dal 2008 e svelata al pubblico solo nel novembre 2013, la Sixteen è un progetto piuttosto misterioso. L’hypercar progettata dalla Defining Extreme Vehicles Car Industry LLC è da tempo impegnata in alcuni test in Italia.

In particolare, la Devel utilizza la galleria del vento e il circuito messi a disposizione da Pininfarina. L’hypercar proveniente dagli Emirati Arabi Uniti, quindi, è impegnata in Italia per diversi test su strada e in laboratorio. Ecco perché potrebbe capitare di vederla nuovamente in mezzo al traffico nei prossimi mesi.

Si farà davvero?

La Sixteen è stata annunciata in una variante "stradale" da 3.048 CV, mentre il modello da pista si dice che sia capace di toccare oltre i 5.000 CV e 5.094 Nm di coppia con una trasmissione derivata dai dragster americani.

 

L’immane potenza deriva da un 12.3 V16 realizzato unendo due V8 General Motors messi a punto da Steve Morris Engines, ma chi desidera una Devel più “tranquilla” può accontentarsi di una versione V8 da circa 1.500 CV, ossia quella ripresa nei test.

La variante più estrema, comunque, dovrebbe raggiungere i 515 km/h e costare circa 2 milioni di dollari (1,77 milioni di euro). Un prezzo “concorrenziale” nel mondo delle hypercar se si considera che le rivali Bugatti Chiron e Koenigsegg Jesko si aggirano tra i 2,5 e i 3 milioni di euro.

Il brand sta già raccogliendo i primi ordini, ma i proprietari dovranno aspettare almeno 8 mesi una volta che la fase di sviluppo sarà completata. E per quest’ultima non c’è ancora una data certa.

Fotogallery: Devel Sixteen a Dubai