I tempi cambiano e con essi anche i gusti degli automobilisti. Se fino a qualche anno fa coupé e cabriolet rappresentavano il sogno di tantissimi appassionati, oggi non è più così. Ridotte a una piccola nicchia nei grandi listini dei produttori, fatti di SUV di ogni genere e dimensione, potrebbero nel giro di pochi anni scomparire del tutto.

E' il caso, per esempio, di Mercedes che recentemente ha interrotto per sempre la produzione della pionieristica SLK (ultimamente rinominata SLC) e ha annunciato la fusione dei segmenti di Classe C ed E Coupé in un'unica nuova auto: la CLE, che vedremo entro il 2023.

Secondo recenti indiscrezioni, anche a Monaco starebbero organizzando una strategia simile per accorpare il segmento della BMW Serie 4 e quello della Serie 8. La nuova coupé basata sulla Serie 3, infatti, non ha riscosso i successi sperati, non soltanto a causa del tanto criticato grande rene, ma anche per un prezzo di partenza ormai accessibile a pochi e molto vicino ad auto di segmento superiore.

Fotogallery: La storia della BMW Serie 6

Una nuova Serie 6

Congiungere i due segmenti di Serie 4 e Serie 8 potrebbe portare la Casa bavarese alla creazione di una nuova BMW Serie 6, con powertrain di ultima generazione a benzina e ibridi plug-in e dimensioni vicine a quelle della Serie 5, da cui l'attuale Serie 4 non si discosta molto.

L'attuale Serie 6 GT verrebbe poi progressivamente tolta dal mercato e la Serie 8 Gran Coupé, che negli anni ha riscosso un successo più che discreto, potrebbe rimanere, diventando parte integrante della famiglia Serie 7, come alternativa più "filante" alla classica berlina.

Per la nuova e ipotetica Serie 6 di BMW occorrerà però attendere almeno fino al 2026.

Fotogallery: La storia della BMW Serie 6