A poco più di un anno dal debutto della nuova Mercedes Classe C, ecco la prima variante sportiva. Al listino della berlina tedesca si aggiunge la C 43 AMG, caratterizzata da dettagli estetici specifici, interni ancora più lussuosi e da un 2.0 elettrificato che eroga la potenza di 408 CV promettendo prestazioni molto interessanti.

AMG in tutta sobrietà

Lo stile della C 43 AMG mantiene la sobrietà e l’eleganza degli allestimenti più tradizionali. La versione più piccante, però, si può comunque distinguere dalla calandra Panamericana e dai paraurti dalla forma più affilata e aggressiva. Inoltre, al posto degli inserti cromati, sono presenti numerosi dettagli neri (come le calotte degli specchietti e il profilo dei finestrini) e un sottile spoiler integrato nel portellone.

Mercedes C 43 AMG (2022)
Mercedes C 43 AMG (2022)
Mercedes C 43 AMG (2022)

Nell’abitacolo non possono mancare i sedili in pelle griffati AMG, il volante sportivo e le cuciture rosse a contrasto presenti anche su plancia e pannelli delle portiere. Confermata la dotazione digitale composta da un quadro strumenti da 12,3” e un infotainment da 11,9”.

Downsizing con l’aiuto dell’elettrico

Come detto, a muovere la Mercedes C 43 AMG ci pensa il motore 2.0 4 cilindri supportato da un sistema mild hybrid a 48 Volt.

Si tratta, quindi, di un propulsore più piccolo rispetto al 3 litri biturbo V6 equipaggiato dalla precedente C 43 AMG, ma, anche grazie ad un turbocompressore con tecnologia derivata dalla Formula 1, la potenza è più elevata (408 CV contro 390 CV), mentre la coppia è di 500 Nm (520 Nm nel modello precedente). Tra l’altro, in piena accelerazione e per alcuni secondi il motore può sprigionare fino a 13 CV in più.

Mercedes C 43 AMG (2022)

Lo scatto 0-100 km/h è di 4,5 secondi e la velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h (ma può arrivare a 265 km/h con determinati pacchetti optional).

Il powertrain è abbinato ad un cambio automatico a 9 rapporti e alla trazione integrale 4Matic che, in determinate modalità di guida, può ripartire la potenza inviando fino al 69% di coppia alle ruote posteriori.

A proposito di modalità, la Classe C ne ha 4 (Sport, Sport +, Comfort e Race Start, con quest’ultima che massimizza la risposta in accelerazione), oltre all’impostazione Individual che consente di personalizzare la risposta di sterzo, sospensioni e motore. Di serie, la Mercedes è equipaggiata col sistema AMG Ride Control, con gli ammortizzatori regolabili Adaptive Damping System e con le ruote posteriori sterzanti.

Il marchio non ha ancora parlato di prezzi ufficiali. I primi esemplari arriveranno in concessionaria entro il 2022.

Fotogallery: Foto - Mercedes C 43 AMG (2022)